Engel & Völkers Commercial > Blog > Immobili commerciali in Italia: prezzi, rendite e trend di mercato

Immobili commerciali in Italia: prezzi, rendite e trend di mercato

Engel & Völkers pubblica regolarmente report di mercato, offrendo così agli investitori una panoramica ampia e precisa dei trend attuali. Di seguito, vi presentiamo alcuni dei principali dati sugli immobili commerciali in Italia e vi mostriamo contemporaneamente il potenziale del territorio e i possibili sviluppi futuri.

 Hamburg
- Scoprite il #potenziale degli immobili commerciali in Italia! #reportdimercato

Il mercato degli immobili commerciali in Italia: panoramica

Rispetto agli anni precedenti, la crescita economica in Italia nella prima metà del 2018 ha registrato un progressivo rallentamento. Il tasso di crescita generale, pari allo 0,2%, rispecchia la generale stagnazione del PIL. Nonostante tale contrazione tuttavia, la creazione di valore nel settore dell’industria e dei servizi è invece aumentata. La tendenza positiva nel mercato del lavoro continua dunque a tenere.

Nel settore dei crediti immobiliari, i criteri di conformità sono diventati meno severi nella prima metà dell’anno. Tale alleggerimento è particolarmente visibile: nei primi sei mesi infatti, le banche hanno erogato complessivamente 20 miliardi di euro alle aziende italiane, che corrispondono a una crescita percentuale del 12%.

Aree commerciali per uffici in Italia:

Secondo l’istituto di ricerca economica Nomisma, nei prossimi anni assisteremo a un aumento dei prezzi delle aree commerciali destinate a uffici. Attualmente, la variazione dei prezzi per questa tipologia di immobili commerciali in Italia si aggira intorno a -1,5%. Secondo Nomisma tuttavia, tale valore è destinato a tornare in positivo entro il 2020. Anche gli affitti saranno probabilmente coinvolti in questo incremento. Un’importante città che ha già portato a termine con successo questa inversione di marcia è Milano: qui i prezzi sono aumentati in media dell’1,4% nella prima metà del 2018. Nelle zone più lussuose, il prezzo al metro quadro può aggirarsi tra i 500 e i 600 euro, in altri quartieri gettonati si possono trovare tuttavia anche prezzi tra 375 e 500 euro. La rendita lorda media derivante dalla locazione resta stabile sul 5,1% per il quarto anno consecutivo.

Aree commerciali per punti vendita in Italia

Anche per i singoli punti vendita, si prevede un aumento dei prezzi a partire dal 2020. La capofila di tale evoluzione resta Milano, che ha registrato un aumento dei prezzi di acquisto pari in media all’1%.

Ottimi risultati anche per i canoni di locazione di città particolarmente appetibili tra gli investitori: grazie a Milano (+0,8 %), Venezia (+0,2 %) e Firenze (+0,1 %), le grandi città italiane sono riuscite a ottenere, per la prima volta dal 2008, un rialzo dei prezzi di affitto. Le migliori rendite lorde per gli investitori arriveranno probabilmente da Venezia. Nei quartieri di lusso la città tocca infatti rendite pari all’8% e in zone particolarmente richieste nei pressi del centro, la soglia è del 7%. Seguono a ruota Roma e Firenze: la capitale raggiunge rendite del 7,1% nelle aree più lussuose e 7,5% in quartieri centrali. Firenze oscilla tra il 6,6% nel centro cittadino e 7% nelle aree immediatamente circostanti.

Aree logistiche in Italia

Per gli immobili commerciali in Italia di tipo logistico, sarà presto possibile ottenere ottime rendite lorde. In questo settore, i valori medi si sono attestati, nella prima metà dell’anno, intorno al 7%. L’area logistica acquisirà sempre maggior importanza anche nei prossimi anni. La ragione è principalmente l’avvento dell’e-commerce. Con un tasso di crescita pari al 10% infatti, l’Italia è tra i Paesi europei con i valori più alti nel mercato del commercio elettronico. La crescente importanza del settore fa bene anche all’ampliamento del mercato immobiliare logistico. Potremo così trovare immobili commerciali di questo tipo anche in aree attualmente non tra le più lussuose e ricercate del Paese.

Fino al 2020, prezzi in crescita per gli immobili commerciali in Italia

Gli investitori possono dunque contare su un aumento dei prezzi: secondo Nomisma infatti, i prezzi per immobili commerciali in Italia destinati a uffici e punti vendita proseguiranno fino al 2020 il loro percorso di crescita. Per l’allocazione degli investimenti, nella prima metà del 2018 gli investitori hanno preferito il commercio al dettaglio, dove si registra il 40% degli investimenti complessivi. Seguono a ruota gli uffici, con il 37%, e la logistica con il 15%. I termini di liquidità, il 43% degli investimenti complessivi è stato allocato a Milano, il 20% invece a Roma.

Per ulteriori dati sugli immobili commerciali in Italia, consultate il nuovo report di mercato dedicato all’Italia di Engel & Völkers. All’interno del nostro blog, troverete inoltre altre informazioni e analisi dettagliate su tutti i settori del mercato immobiliare. Visitate la sezione trend di mercato.

Contattaci ora
Engel & Völkers
Commercial

CONOSCIAMO IL GIUSTO VALORE DEL SUO IMMOBILE

È al corrente del valore attuale della sua proprietà? Non importa se vuole solo conoscere il prezzo di mercato o se vuole vendere il suo immobile al miglior prezzo: i nostri esperti di marketing saranno lieti di assisterla con una valutazione gratuita.

Seguici sui Social Media