Engel & Völkers Licenziatario Madrid > Blog > L’albero di Natale: tra tradizione e modernità

L’albero di Natale: tra tradizione e modernità

L’usanza di accogliere le feste natalizie con un albero sfarzoso e riccamente decorato risale a molti secoli fa. L’albero era un segno di speranza e il verde dei suoi rami era simbolo di forza. Ma perché questa tradizione ci piace così tanto?

Un albero addobbato a festa risveglia i ricordi dell’infanzia, quando da bambini aspettavamo con ansia l’arrivo del Natale. Ed è forse anche per questo che ogni anno, puntuali per le feste, sentiamo la necessità di dar voce a questa usanza a noi così tanto cara.

 Madrid
- Come portare avanti la tradizione dell’albero di Natale riccamente decorato con un tocco di sostenibilità. Leggete il nostro articolo.

Alberi e legame con la natura

Il 2020 è stato un anno ricco di cambiamenti e ci ha mostrato una volta di più quanta forza possa darci il legame con la natura. Immersi nel paesaggio verde e circondati dall’aria pura, riusciamo infatti a recuperare le energie, dimenticando per un attimo lo stress della quotidianità. E sotto le folte chiome degli alberi, avvertiamo un senso di sicurezza e protezione unico e speciale.

Se non vogliamo utilizzare ogni anno un albero diverso, che saremo poi costretti a smaltire pochi giorni dopo, possiamo portare avanti la tradizione dell’albero natalizio anche in modo più moderno e sostenibile. Contemporaneamente, riusciremo a trasmettere ai nostri figli questo sentimento particolare che ci lega alla natura, assieme alla consapevolezza di far parte di un unico grande ecosistema.

Alternative all’albero abbattuto: noleggiare anziché acquistare, piantare anziché tagliare

Le alternative tra cui scegliere sono innumerevoli. E non per forza dobbiamo rinunciare a un albero di Natale vero. Se l’albero viene dissotterrato con le radici infatti, potrà essere ripiantato in un momento successivo. In passato, piantare piccoli alberelli natalizi nelle piote di terreno era la normalità. Nel corso del tempo, gli alberi diventavano così grandi e imponenti da impedire alla luce naturale di entrare dalle finestre.

Oggi, vivai, giardini e commercianti di piante offrono ovunque alberi natalizi in vaso, da acquistare o noleggiare. In quest’ultimo caso, gli alberi vengono restituiti e ripiantati nel terreno naturale, garantendo così una soluzione ecologica e sostenibile. Al contempo, potrete conservare spazio a sufficienza in giardino anche per le vostre piante preferite. Un altro segnale positivo arriva da alcune organizzazioni che per ogni albero tagliato ne piantano uno nuovo.

Regionali e biologici

Proprio come il cibo, anche per gli alberi di Natale è possibile puntare sulla sostenibilità e l’aspetto regionale. Prendere un albero da un agriturismo poco fuori città significa scegliere un prodotto di qualità e allo stesso tempo sostenere un’azienda locale. In più, qui troverete varietà tipiche del luogo.

Un consiglio del NABU, l’associazione tedesca per la conservazione della natura e della biodiversità, è optare per le cosiddette aree speciali, quelle che per esempio si trovano sotto le condotte stradali, ma rientrano tra le aree boschive regionali. Anche il marchio BIO può incentivare la scelta di un prodotto più sostenibile, in quanto libero da pesticidi e acceleratori della crescita.

Abete, peccio o pino?

La scelta dell’albero è sempre una questione di gusto personale. Le tipologie sono tante e tutte risplendono in diverse colorazioni, dal verde scuro, al blu, all’argento. Le differenze si notano soprattutto nella robustezza dei rami; i pecci in particolare presentano poi un caratteristico odore di bosco, tipicamente invernale e natalizio. Sulla decisione influiscono comunque anche le dimensioni dello spazio e l’altezza del soffitto.

Un albero alto e sottile ad esempio è ideale in un atrio, in un loft dallo stile minimalista o in un ingresso aperto. Anche in caso di spazio ridotto, ci sono tante soluzioni piccole e rigogliose di grande impatto decorativo. Se poi i bambini sono abituati a giocare sotto l’albero, un abete del Caucaso, con aghi particolarmente morbidi è la scelta più consigliata.

Tempo per la creatività

Il mercato offre tante opzioni alternative all’albero naturale, in ogni variante possibile, dalla più semplice alla più sfarzosa. Gli alberi a LED o con rami illuminati si adattano meglio a un’atmosfera più moderna e sono meno difficili da gestire. In più, si possono utilizzare anche per il resto dell’anno come fonte luminosa.

Ma forse, proprio perché quest’anno trascorreremo più tempo a casa, l’Avvento può rivelarsi il momento ideale per prendersi una pausa e lasciare spazio alla creatività. Perché non provate a fare qualcosa di diverso?

Non è detto, infatti, che dobbiate per forza puntare sul classico abete. Se ad esempio vi piace lo stile mediterraneo, potete anche tagliare rami di olivo aromatici, addobbarli con candele e creare un’atmosfera perfettamente natalizia. O magari lasciate decidere ai più piccoli di casa, figli e nipoti, come decorare le mura domestiche. Raccogliere rametti e foglie in giardino ad esempio è un’attività divertente per tutta la famiglia. Potrete così disporre in casa tutte le decorazioni realizzate e condividere tempo prezioso e ricco di gioia.

Nonostante il periodo particolare, vi auguriamo dunque Buone Feste all’insegna dell’armonia e del tempo trascorso insieme.


Contattaci ora
Engel & Völkers
Licenziatario Madrid

Seguici sui Social Media