Engel & Völkers Licenziatario Madrid > Blog > Una piscina mobile in giardino o in terrazza

Una piscina mobile in giardino o in terrazza

La primavera è arrivata in tutta la sua bellezza, le giornate si allungano e con l’avvicinarsi dell’estate aumentano anche le temperature. Possiamo dunque immaginarci sin da ora la possibilità di rinfrescarci in giardino durante la calura estiva. Un’ottima soluzione può essere una piscina piccola e mobile! Abbiamo dunque preparato per voi le principali informazioni sulle cosiddette “piscine fuori terra”.

 Madrid
- State pensando a una piscina in giardino? Abbiamo preparato per voi alcune importanti informazioni sulle “piscine fuori terra”! Leggete il nostro articolo!

I vantaggi di una piscina mobile

Le piscine fuori terra, chiamate anche “quick-up pools” nella versione gonfiabile, consentono di avere una piccola “piscina sostitutiva” comodamente a casa propria. Questa soluzione è ottima anche in caso di spazio ridotto, in quanto disponibile in versioni più piccole e persino per la metratura di una terrazza. Con un po’ di abilità manuale dunque, potrete montare e smontare una piscina e portarla con voi anche in caso di trasloco. L’investimento è naturalmente di gran lunga inferiore a quello di una piscina interrata.

Disposizioni da rispettare in caso di piscina fuori terra

Le piscine mobili non richiedono interventi in giardino né la necessità di realizzare uno scavo. In questo caso, di regola, non c’è bisogno neanche di un’autorizzazione edilizia specifica.

Tuttavia ci sono delle dimensioni di riferimento che non vanno superate, vale a dire 4x8x1,5 m. La capacità del serbatoio inoltre non dovrà essere superiore ai 50 metri cubi. Poiché le disposizioni possono differire da regione a regione, è opportuno rivolgersi alle autorità locali così da evitare problemi e godere appieno della propria piscina.

Prima dell’acquisto: come andrà utilizzata la piscina?

Prima di realizzare il desiderio di una piscina domestica per tutta la famiglia, è opportuno fare alcune riflessioni circa il materiale, le dimensioni e la struttura.

La piscina sarà destinata principalmente ai bambini, che potranno così rinfrescarsi e tuffarsi durante l’estate? Oppure vi serve spazio a sufficienza per tutta la famiglia? O magari avete bisogno di una piscina grande e profonda per nuotare o fare sport? La risposta a queste domande è decisiva per la scelta delle dimensioni e del concept e per fare una stima dei costi.

Tipologia di piscina: versioni disponibili

Una piscina sterrata semplice in plastica con anello ad aria è il classico modello per bambini. Il prezzo è accessibile e la struttura è semplice e rapida da montare. L’anello gonfiabile sul bordo superiore permette di riempire la piscina immediatamente. Una volta gonfiata la struttura, l’anello salirà verso l’alto e la massa dell’acqua sarà in grado di garantire una struttura stabile e resistente. Queste quick-up pools hanno una vasca interna di diametro da 4 a 5 metri.

La variante di fascia più alta consente ancora più stabilità. Stiamo parlando della piscina fuori terra con telaio, che può essere in plastica dura o acciaio. La struttura è costruita attraverso componenti a incastro e rivestiti con telo da piscina. Il libretto di istruzioni consente anche ai non esperti di montarla facilmente e in poco tempo. Alcuni produttori offrono anche versioni in miniatura delle cosiddette frame-pools, che vengono installate senza l’ausilio di aria e la cui stabilità è ideale anche per le attività dei bimbi più grandi.

Un ulteriore upgrade è la piscina mobile in legno. I costi di acquisto e installazione sono qui decisamente più alti rispetto ai due modelli precedenti, tuttavia le piscine in legno resistono meglio a intemperie e ghiaccio. Non c’è dunque alcun bisogno di smantellarle in inverno. Il legno, in quanto materiale naturale, si integra perfettamente in giardino ed è facile da gestire; basta infatti una passata di olio protettivo di tanto in tanto per farlo tornare come nuovo. Le piscine in materiale plastico con struttura ad anello gonfiabile sono di solito circolari, quelle in legno sono invece più versatili in termini di forme e dimensioni.

Dove posizionare una piscina mobile?

Tutte le piscine fuori terra hanno bisogno di un suolo uniforme e fisso. Tra gli aspetti da considerare c’è senza dubbio la portata del luogo prescelto. Più grande sarà la vasca, maggiore sarà il peso. Un allacciamento idrico nei pressi della piscina è un’alternativa comoda e pratica, come pure una presa di corrente in caso di impianto di filtraggio.

Se possibile, non posizionate la piscina sotto gli alberi, poiché la pulizia diventerà così più faticosa a causa di fiori e foglie che potrebbero cadere in acqua. Luce solare in quantità e poco vento garantiscono una temperatura piacevole e creano dunque le condizioni migliori per trasformare la vostra piscina in un’oasi di benessere.

Un ultimo consiglio

Se siete proprietari o affittuari del terreno dove posizionerete la piscina, non dimenticate di rispettare l’obbligo di sicurezza della viabilità. In altre parole, avete la responsabilità di ridurre al minimo il rischio di annegamento derivante dalla presenza della piscina. Questo aspetto è particolarmente importante per bambini e animali. Non resta dunque che verificare se l’intero terreno sia già adeguatamente protetto o se non sia il caso di coprire la piscina quando non viene utilizzata.

Contattaci ora
Engel & Völkers
Licenziatario Madrid

CONOSCIAMO IL GIUSTO VALORE DEL SUO IMMOBILE

È al corrente del valore attuale della sua proprietà? Non importa se vuole solo conoscere il prezzo di mercato o se vuole vendere il suo immobile al miglior prezzo: i nostri esperti di marketing saranno lieti di assisterla con una valutazione gratuita.

Seguici sui Social Media