Architectural Highlights: il Bjarke Ingels Design Group

Un’“enorme tenda”delicatamente scostata: è così che l’enfant prodige danese Bjarke Ingels descrive il design innovativo della Vancouver House. L’edificio residenziale, con la sua esclusiva forma a spirale, si staglierà verso l’alto per ben 152 km, trasformando lo skyline della città canadese e ridefinendo il confine di gravità e possibilità. 

Il Bjarke Ingels Design GroupIl successo del BIG 

Sin dai suoi esordi, nel 2005, il Bjarke Ingels Group (BIG) ha accumulato decine di premi internazionali per i suoi progetti, incluso il Two World Trade Center, il Maritime Museum of Danemark e i complessi abitativi VIA 57 West e VM Houses.  E adesso anche la Vancouver House, nominata Future Project of the Year 2015, rientra a pieno titolo in questa lista di successi.  

Nonostante un’area tutt’altro che promettente, per via del traffico intenso e dell’ampio ponte di accesso che lo dominava, Ingels ha visto nel progetto una grande opportunità. L’elemento tipico della sua filosofia è proprio questo: trovare una terza via, un’alternativa ai classici edifici pieni zeppi di appartamenti da un lato e alle strutture architettoniche eccessive e poco realistiche dall’altro. 

Il suo motto, “Yes is More” –  celebrato anche in un omonimo graphic novel -  è alla base del suo radicale manifesto, che cerca una nuova strada tra il prevedibile e l’inattuabile. Il risultato? Vancouver acquisterà un edificio di primaria importanza, consolidando così il suo ruolo di metropoli ideale dove acquistare una proprietà. 

Altri progetti 

Tra gli altri capolavori contemporanei realizzati dallo studio BIG, si annoverano la sede centrale del celebre orologiaio svizzero Audemars Piguet, La Maison des Fondateurs,  che somiglia moltissimo a una molla elicoidale e l’altrettanto innovativa Hud-The Dryline, una geniale opera di difesa, a Manhattan, progettata per resistere al prossimo uragano Sandy. E non è tutto: lungo i circa 16 km di questa stupefacente barriera anti inondazioni, saranno presto attivate una serie di attività ricreative. 

Adattamento e sopravvivenza 

L’evoluzione della Vancouver House non è del tutto dissimile, sostiene Ingels, da quella del celebre Flatiron, a New York, un grattacielo triangolare, che si è dovuto adattare allo spazio piuttosto inusuale della città. L’altezza della struttura canadese è infatti perfettamente in armonia con l’ambiente montuoso circostante e i suoi “piedi” sprofondano nel Granville Bridge, dove un nuovissimo villaggio urbano donerà nuova vita all’area. L’influenza chiave del giovane architetto si ritrova nel mantra di darwiniana memoria “adattamento e sopravvivenza”. La sua ambizione? “Creare un mondo in cui voler vivere”. 

“Gesamtkunstwerk” 

Il termine tedesco significa “totalità in un’opera d’arte”, ed è questo che Ingels vuole ottenere attraverso i suoi progetti pluripremiati. Poiché il concept canadese mira anche a mantenere un senso di comunità all’interno degli splendidi spazi abitabili appositamente creati, gli inquilini della Vancouver House potranno presumibilmente contare su uno stile di vita raffinato ed elegante, grazie all’accesso ad aree verdi e a una dinamica selezione di caffè, gallerie e negozi. 

Superbi dettagli 

Per ciò che concerne gli interni, il BIG dedica un’attenzione scrupolosa a ogni dettaglio - anche la più piccola rifinitura è soggetta ad approvazione, come nel caso del massiccio lampadario all’ingresso della Vancouver House, che ruoterà in alto e in basso durante tutta la giornata. “Alchimia” è il termine utilizzato dagli architetti del BIG per descrivere la loro costante attenzione alla creazione di uno stile di vita urbano incentrato sul lusso. Con un servizio di concierge di altissima qualità e ampi balconi esterni, insieme a vasche idromassaggio e saune disponibili in ogni suite, non sorprende affatto che la vendita di queste unità abitative stia procedendo alla velocità della luce. 

La Vancouver House è un work in progress e la conclusione dei lavori è prevista infatti per il 2018. Engel & Völkers si sta già occupando della mediazione di appartamenti all’interno di questo edificio iconico - offrendo l’impagabile opportunità di investire nella storia dell’architettura. Il nostro ampio portfolio aziendale di immobili di lusso si estende sui quattro continenti, con consulenti esperti e attenti, attivi in ben 36 Paesi. 

Engel & Völkers

Paris
24 bis rue de Berri
75008 Paris
Francia
Tel.
+33 1 45 64 30 30

Vai allo shop



Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)