Arredamento robotico

I robot all’interno delle abitazioni fanno da tempo parte dell’immaginario collettivo, perpetrato dai libri di fantascienza. Ma neppure gli autori di science fiction più creativi avrebbero mai potuto concepire un trend come quello recente. L’arredamento robotico prevede infatti l’integrazione dell’intelligenza artificiale in ogni elemento della nostra casa: nelle nostre scrivanie, nei nostri armadi e persino nei nostri letti. Il risultato è una completa trasformazione dello spazio funzionale abitabile. Ma non si tratta solo di utilità. L’arredamento robotico rappresenta l’inizio di una vera rivoluzione stilistica.

Arredamento roboticoCos’è l’arredamento robotico?

L’arredamento robotico è un macroconcetto che include impianti e strutture multifunzione, in grado di adattarsi in modo significativo ai bisogni di chi li utilizza. I design si ispirano al principio dell’origami, piegandosi e ripiegandosi con intelligenza, così da ottimizzare l’uso dello spazio. Strutture utili ed efficienti, dunque, ma anche esteticamente piacevoli.

Nella sua forma più semplice, l’arredamento robotico è presente nelle case già da tempo: tavoli semplici, scrivanie con cassetti incorporati - spazi di lavoro scevri ed essenziali, dunque, che fungono da armadi o credenze - applicando perfettamente il principio della multifunzionalità. Attualmente però, le trovate più recenti operano su una scala totalmente diversa.

Un esempio è l’azienda americana MIT's Ori,, vera pioniera dell’arredamento robotico. I suoi ultimi prodotti includono letti, armadi, scaffali e persino uno scrittoio perfettamente integrato all’interno di una cassa, controllata da un’interfaccia elettronica snella e user friendly.

Dove applicare questo stile?

La forza di questo particolare tipo di design è il desiderio di spazio, quello stesso spazio in cui soffocano le grandi città; quello stesso spazio che manca negli appartamenti moderni, come conseguenza del costante aumento dei prezzi immobiliari. L’efficienza dell’arredamento robotico, dunque, incrementa lo spazio senza sacrificare la funzionalità di una casa.

La tecnologia aiuterà a risolvere i problemi in quelle aree della casa che non dispongono di stanze dedicate. Si pensi ad esempio a un’abitazione che è anche ufficio. “Jack of all trades, master of none”, dicono gli inglesi: “Capaci di tutto ma maestri di nulla”.

E i moderni appartamenti situati nei centri cittadini non hanno perciò altra scelta che diventare “maestri di nulla” e fungere simultaneamente da cucina, salotto, camera da letto, sala da pranzo e studio. L’arredamento robotico conserverà all’occorrenza gli oggetti inutilizzati, riducendo così al minimo il disordine. I residenti potranno perciò vivere un’area alla volta e fare meno fatica.

Chi gode dei vantaggi?

In futuro, l’arredamento robotico diventerà sempre più comune. Per ora tuttavia, è una tecnologia ancora innovativa, a disposizione del mercato del lusso e di quei ricchi che tendono a vivere in spazi urbani e moderni.

Gli esperti immobiliari internazionali di Engel & Völkers sono certi che l’arredamento robotico acquisirà una sempre maggiore popolarità tra quei proprietari desiderosi di ottenere vantaggi e profitti dalle proprietà che affittano. Visitate il nostro blog E&V per maggiori consigli e per trarre il meglio dai vostri investimenti o venite a trovarci in una delle nostre 32 sedi per ricevere assistenza sulla compravendita di proprietà.

Engel & Völkers

Paris
24 bis rue de Berri
75008 Paris
Francia
Tel.
+33 1 45 64 30 30

Vai allo shop



Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)