Gated Communities

I centri cittadini stanno ritornando a fiorire e, con loro, crescono anche soluzioni abitative in grado potenzialmente di modificare in modo duraturo il volto di un’intera città. L’esempio migliore in questo senso sono le cosiddette “Gated Communities”. Ma cosa si nasconde dietro al loro successo? I complessi residenziali chiusi sono davvero la soluzione del futuro? 

Gated CommunitiesPiù di una semplice moda 

I complessi residenziali chiusi esistono in realtà già da tempo. Sorgono, inizialmente, in Nord e Sud America, soprattutto per motivi di sicurezza. Il trend prosegue ancora oggi la sua crescita ininterrotta, soprattutto negli USA. Il numero delle Gated Communities nel continente delle infinite opportunità, infatti, sta aumentando a grandi passi.
Nel XXI secolo, queste soluzioni abitative trovano sempre più estimatori anche sul suolo europeo. Già verso la metà del secolo, si diffondono in Francia le celebri ville. Un esempio di Gated Community à la française è la Villa Montmorency, che annovera, tra i suoi celebri proprietari, anche l’industriale francese Arnaud Lagardére. In Germania, i complessi residenziali chiusi si diffondono soltanto negli anni ‘90, grazie ai loro innumerevoli vantaggi.

Sicurezza e servizi 

Le Gated Communities offrono sicurezza nel vero senso della parola. Non soltanto sono circondate da una recinzione, ma dispongono in molti casi di un portiere o di un servizio concierge, che impedisce l’accesso a non autorizzati. Le Gated Communities offrono poi una serie di ulteriori comfort. Campi da golf, piscine, giardini: c’è soltanto l’imbarazzo della scelta. Un aspetto comune a queste strutture, tuttavia, c’è: tutte migliorano considerevolmente la qualità della vita.
In questo modo, è possibile vivere in centro e godersi comunque la quiete della natura - il meglio, dunque, di entrambe le realtà. In alcuni complessi, si trovano persino scuole e supermercati. La gamma di servizi include la rimozione di foglie secche e neve, lo smaltimento dei rifiuti e la manutenzione dei giardini: un’assistenza, dunque a 360°, che alleggerisce lo stress quotidiano di chi dimora in queste aree.

Un rifugio al centro di tutto 

Le Gated Communities sono diverse tanto quanto le ragioni della loro esistenza. In generale, si possono tuttavia distinguere tre tipologie, in base anche al livello di lusso in cui si decida di vivere.

• Lifestyle Communities: Chi abita in questi complessi desidera incontrare persone simili, accomunate dagli stessi hobby, dalla passione dello sport e da un analogo stile di vita. Queste persone hanno una spiccata tendenza a personalizzare il proprio ambiente.

• Elite Communities: Un fattore fondamentale per la scelta di questa soluzione abitativa è il capitale sociale disponibile, segno di prestigio e status elevato. Spesso dunque si tratta di vip, che vogliono una vita all’insegna del lusso senza compromessi. Tra gli esempi più noti c’è La Finca, a nord di Madrid, una Gated Community scelta da molti atleti del Real Madrid.

• Security Zone: Chi abita in una Gated Community di questo tipo, che è in realtà quello originario, è alla ricerca soprattutto di tranquillità e sicurezza, lontano dallo stress e dai pericoli di una classica casa nel centro cittadino.
Riassumendo, dunque, le Gated Communities sono tutt’altro che una moda passeggera. Siete interessati anche voi ai numerosi vantaggi e servizi esclusivi dei complessi residenziali chiusi? Siamo a vostra disposizione in qualsiasi momento, con le nostre conoscenze e competenze. Sul nostro sito troverete informazioni costantemente aggiornate.

Engel & Völkers

Paris
24 bis rue de Berri
75008 Paris
Francia
Tel.
+33 1 45 64 30 30

Vai allo shop



Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)