Tesori dell’architettura: Richard Meier

Richard Meier è uno degli architetti contemporanei più celebrati d’America, la sua opera si estende per sei eccezionali decenni. Membro dei New York Five (insieme a Peter Eisenman, Michael Graves, Charles Gwathmey e John Hejduk), Meier è noto per la sua estetica astratta, il suo squisito senso delle proporzioni e una preferenza netta per il colore bianco.

Tesori dell’architettura: Richard MeierRichard Meier nasce nel 1934 nel New Jersey e si laurea in architettura alla Cornell University nel 1957. Nonostante il suo stile estremamente originale e inedito, in un’intervista all’Architectural Digest nel 2013, dichiara che “non si può sfuggire alle influenze provenienti dalla storia dell’architettura”, nominando poi una serie di predecessori che hanno ispirato il suo viaggio. Tra questi vi sono gli architetti classici Gian Lorenzo Bernini e Francesco Borromini, celebrati entrambi per i loro complessi palazzi e le fantastiche chiese in Italia, unitamente ai pionieri del XX secolo Le Corbusier e Louis Kahn.

Dopo la laurea, Meier si unisce a Skidmore, Owings e Merrill, un noto studio di architetti, che diventerà celebre per il grattacielo Burj Khalifa e la Cayan Tower, notissima torre a spirale. Meier lavora inoltre per Marce Breuer, una delle prime menti creative ad applicare le tecniche architettoniche moderne alle abitazioni.

Nel 1963, Meier fonda il suo studio a New York e inizia subito a lavorare. Tra i progetti più noti c’è la Smith House nello Stato del Connecticut, un edificio che sintetizza tutti i tratti salienti del suo stile, oramai ben definito. Nei primi anni ’70, la pubblicazione di un volumetto dal titolo “Five Architects” (cinque architetti” dal gruppo che sarà presto noto col nome di New York Five) segna l’inizio dell’ascesa internazionale di Meier.

Nel corso degli anni, Meier ottiene prestigiosi riconoscimenti, tra cui il premio Pritzker e la medaglia d’oro AIA. Il suo studio, Richard Meier & Partners, ha realizzato una serie di celebri in svariate località, dal nativo stato del New Jersey fino a Taipei e Edimburgo. Tra gli edifici più rappresentativi dello studio vi sono il Getty Center a Los Angeles, il Museo d’Arte Contemporanea a Barcellona e la Chiesa del Giubileo a Roma, tutti caratterizzati da facciate bianchissime e linee ben definite.

Richard Meier ha anche realizzato edifici residenziali in stile moderno, tra cui la celebre Douglas House, sulle sponde del lago Michigan, completata nel 1973. La proprietà è situata a lato di un’irta collina e ha la forma di un monolita futurista che fa capolino tra gli alberi. L’inclinazione è talmente ripida che è possibile accedere alla casa esclusivamente dal tetto.

La Smith House, in Connecticut, una delle prime opera di Meier, è un esempio classico della sua estetica. La proprietà è divisa in aree pubbliche e private con ampie finestre, nelle prime, che si aprono in panorami straordinari sul Long Island Sound. L’area privata è invece protetta da una parete opaca. Infine, la Rachofsky House a Dallas, ora museo privato, è una costruzione che sembra galleggiare su un podio. Le grandi finestre retrostanti si affacciano sulla piscina, mentre la parte antistante della casa è protetta da una facciata opaca.

Se siete interessati a investire in un’esclusiva proprietà in stile moderno, contattate Engel & Völkers. Il nostro portfolio include una serie di edifici di grande interesse architettonico in località molto ricercate. E&V rappresenta le proprietà di oltre 37 Paesi del mondo. Ovunque desideriate comprare, perciò, i nostri agenti vi assisteranno con professionalità ed esperienza.

Engel & Völkers

Paris
24 bis rue de Berri
75008 Paris
Francia
Tel.
+33 1 45 64 30 30

Vai allo shop



Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)