Una checklist per il 2015: è arrivato il momento dei bilanci!

Il 2015 volge ormai al termine. E mentre i preparativi per il nuovo anno sono già iniziati a pieno ritmo, ci ritroviamo tutti, quasi naturalmente, a passare in rassegna gli eventi accaduti durante l’anno passato nella nostra vita professionale e privata. “Cos’è andato bene? Cosa invece no, cosa posso migliorare l’anno prossimo?” Prima di pensare alle nuove avventure e alle numerose sfide che vi attendono, in famiglia e nel lavoro, vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra checklist, per fare un doveroso bilancio dell’anno appena trascorso.

Una checklist per il 2015: è arrivato il momento dei bilanci!1. Prendetevi del tempo e siate onesti con voi stessi

Un’analisi superficiale o valutazioni eccessivamente favorevoli dell’anno trascorso (del tipo, “è andato tutto alla grande”) non aiutano affatto, né vi consentono di focalizzarvi sugli aspetti da migliorare. I buoni propositi per l’anno nuovo saranno così vanificati in brevissimo tempo. Prendetevi un momento di pausa, prima o dopo l’inizio dell’anno, così da riflettere con calma e senza fastidiose interruzioni, sugli eventi passati.

2. Riconoscete le tendenze costanti della vita lavorativa e professionale

Provate a riassumere in una sola frase la vostra vita professionale e lavorativa (ad esempio, “nel 2015 il lavoro è stato molto faticoso per via della nuova posizione”). La frase scelta vi sembra più positiva, negativa o entrambe? Cercate di capire che tipo di sensazioni vi suscita.

3. Esaminate le situazioni “estreme” e traetene insegnamenti per il futuro

Se durante l’anno si sono verificati eventi particolari, sfide, o persino crisi o conflitti, prendetevi il tempo di analizzare tutto con la dovuta attenzione. Ci sono situazioni difficili o scontri che avvengono con una certa regolarità? Cercate di capire qual è stata la vostra percentuale di responsabilità in queste situazioni e cosa potete eventualmente fare per modificare, in futuro, il vostro modo di pensare o il vostro comportamento.

4. Mettete in discussione gli obiettivi prefissati e stabilitene di nuovi

Lo scorso anno avete raggiunto i traguardi prefissati? E gli obiettivi da voi stabiliti sono risultati idonei, adeguati e adatti a voi? Definite i vostri propositi per il nuovo anno con l’aiuto della formula SMART: i vostri obiettivi dovranno essere specifici (s), misurabili (m) accettabili (a) realistici (r) e a termine (t). Stabilite eventualmente anche traguardi intermedi.

5. Esaminate i risultati raggiunti e studiate nuove opportunità 

Dopo aver ponderato attentamente i successi e gli insuccessi dell’anno trascorso, è consigliabile concentrarvi sui vostri punti di forza e sui vostri limiti. Domande come: “Come posso intervenire, cosa fa per me e come posso distinguermi dagli altri?” vi aiutano a scoprire il vostro vero potenziale e a mantenere la concentrazione sui vostri progetti. In generale, evitate di confrontarvi con gli altri, ma chiedetevi piuttosto cosa da questi potete apprendere.

Siete alla ricerca, per il prossimo anno, di una nuova sfida professionale, che vi aiuti anche a raggiungere i vostri obiettivi personali? Approfittate allora delle ideali condizioni di lavoro offerte da Engel & Völkers e candidatevi ora sul nostro sito.

Engel & Völkers

Paris
24 bis rue de Berri
75008 Paris
Francia
Tel.
+33 1 45 64 30 30

Vai allo shop



Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)