Volete ottenere il prezzo migliore per la vostra proprietà?

Engel & Völkers Vi offre una valutazione professionale della Vostra proprietà condotta dai nostri esperti in modo gratuito. Per favore compilate il form seguente e Vi contatteremo a breve.

 
Iscrivetevi alla nostra newsletter ora e sarate i primi a conoscere i nostri nuovi annunci immobiliari!

Trovate interessanti proprietà dal nostro portfolio, scoprite i nostri servizi e l’affascinante mondo di Engel & Völkers.

Salento: Terra di Santi e Peccatori

Gallipoli - scristina-1.jpg

Il sentimento religioso in Salento: tra riti e tradizioni popolari

Salento: Terra di santi e peccatori. Sì, ma soprattutto di santi. Chiese, antiche basiliche, santuari e cattedrali: tutto in Puglia e, nello specifico, in Salento narra lo stretto rapporto tra Dio e l'uomo. Il sentimento religioso si mescola alla tradizione popolare, dando vita a suggestive celebrazioni, processioni e riti in onore del santo del giorno. E l'agiografia affascina i locali e i visitatori. Si narra che a Gallipoli la giovanissima Santa Cristina da Bolsena, nel 1867, tenne lontana dalla città la peste, malattia infettiva mortale che a quei tempi imperversava nel Salento. In suo onore, a fine luglio, a Gallipoli, si celebra ancora oggi la festa più importante dell'anno. 

Ma Santa Cristina non è l'unica protettrice della splendida cittadina ionica. Sant'Agata e San Sebastiano restano gli indiscussi patroni di Gallipoli. La leggenda legata a Sant'Agata da Catania, in particolare, è affascinante e molto nota. Una reliquia della santa sarebbe giunta a Gallipoli in modo quantomai insolito. Si narra che l'8 agosto 1126 Sant'Agata apparve in sogno a una donna e la avverti che il suo bambino stringeva qualcosa tra le labbra. La donna si svegliò e ne ebbe conferma, ma non riuscì a convincerlo ad aprire la bocca.Tentò a lungo: poi, in preda alla disperazione, si rivolse al vescovo. Il prelato recitò una litania invocando tutti i santi, e soltanto quando pronunciò il nome di Agata il bimbo aprì la bocca. Da essa venne fuori una mammella, poi attribuita alla martire di Catania. La reliquia rimase a Gallipoli, nell'incantevole cattedrale barocca dedicata alla santa, dal 1126 al 1389, quando il principe Del Balzo Orsini la trasferì a Galatina

Tra i santi del Salento più noti vi è poi San Giuseppe da Copertino, il noto "frate volante". Le cronache riferiscono che il 4 ottobre 1630, verso le otto del mattino, nella chiesa del monastero delle Clarisse a Copertino (Lecce) accadde un prodigio destinato a rimanere unico nella storia. Un frate, Giuseppe da Copertino, colto da estasi mistica, si sollevava da terra e passando sopra le teste dei fedeli andava a posarsi sul bordo del pulpito, ad un'altezza di circa tre metri dal pavimento. In altre parole aveva volato. Di tali aerei "ratti" (che comportarono anche l'intervento dell'Inquisizione) nel corso della sua vita gliene furono attribuiti quasi duecento. Naturalmente la Chiesa lo proclamò Santo per ben altre ragioni. Dai documenti risulta comunque che i clamorosi prodigi che accompagnavano le sue estasi sconvolsero nell'Italia del '600 intere folle di fedeli di tutte le estrazioni sociali, con forti ripercussioni anche in Europa. Un "caso" unico nella storia, dunque, non soltanto della Chiesa. Dal 16 al 19 settembre, ogni anno, Copertino omaggio il santo con una grandiosa festa patronale. 

Ma le incredibili agiografie"salentine" non terminano qui. Sant'Ippazio di Gangra è il patrono di Tiggiano, piccolo comune in provincia di Lecce. È ritenuto protettore della virilità maschile e dell'apparato genitale, benefico per l'ernia inguinale, in quanto ne fu egli stesso a lungo sofferente per un tremendo calcio ricevuto nel basso ventre durante una discussione con gli eretici ariani. Viene festeggiato, con solenni celebrazioni, il 19 gennaio. Nell'occasione si svolge durante la mattinata la tradizionale Fiera di Sant'Ippazio e nel pomeriggio la processione con la statua del Santo per le vie del paese. A dare il via alla processione è il rullo di tamburi che segnala l'uscita dalla matrice con rincorsa dello"stannardhu", palo in legno di 7 metri con palla di ghisa in cima. La riuscita dell'innalzamento del pesante e altissimo stannardhu è segno di garantita fertilità e quasi una sfida al protettore. I pargoli di sesso maschile venivano portati nella omonima chiesa per chiedere al Santo fecondità e salute. Al culto del Santo è legata l'unica varietà giallo viola di carota a radice lunga (Daucus carota L. var. sativus cultivar "Santu Pati"), detta "Pestanaca di S. Ippazio" benché non appartenga al genere Pastinaca. Coltivata a Tiggiano e in pochissimi comuni limitrofi, simbolo della natura umana e divina di Cristo (tesi teologica difesa con incrollabile fermezza nel Concilio di Nicea dallo stesso martire Ippazio).

Di seguito, tutte le festività religiose celebrate a settembre nei comuni del Salento

Fiera Madonna dell'Uragano

Località: Minervino, Otranto.
Date: 13/09 2017

Festa del Cristo di Tabelle

Località: Galatone, Gallipoli.
Date: 14/09 2017

Festa di San Niceta

Località: Melendugno, Lecce.
Date: 15/09 2017

Festa di San Giuseppe da Copertino

Località: Copertino, Lecce.
Date: 16/09 2017

Festa della Madonna Addolorata

Località: Tricase, Leuca.
Date: 21/09 2017

Festa dei Santissimi Medici

Località: Galatone, Gallipoli.
Date: 25/09 2017

Festa dei Santissimi Medici e FestaPatronale

Località: San Donato di Lecce, Lecce.
Date: 25/09 2017

Festa dei Santi Cosma e Damiano

Località: Nardò, Gallipoli.
Date: 26/09 2017

Festa dei Santissimi Medici

Località: Muro Leccese, Otranto.
Date: 26/09 2017

Festa di San Michele Arcangelo

Località: Castrignano del Capo, Leuca.
Date: 26/09 2017

Festa dei Santissimi Medici

Località: Tricase, Leuca.
Date: 27/09 2017

Festa dei Santissimi Medici

Località: Salve, Leuca.
Date: 27/09 2017

Festa dei Santissimi Medici

Località: Maglie, Otranto.
Date: 27/09 2017

Fiera e Festa dei Santissimi Medici

Località: Uggiano la Chiesa, Otranto.
Date: 27/09 2017

Festa Patronale San Michele Arcangelo

Località: Patù, Leuca.


(Fonte: http://www.salento.tv/video/eventi-del-mese/settembre)



Engel & Völkers

Gallipoli
Corso Roma, 7
73014 Gallipoli
Italia - P.IVA 04789720754
Tel.
+39 0833 26 17 26

Vai allo shop


Offri una proprietà

 
Sì, desidero far valutare il mio immobile gratuitamente e senza impegno da Engel & Völkers.

Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)