Questo sito utilizza i cookie. Continuando ad utilizzare il sito, Lei acconsente all'utilizzo dei cookie.
X

Italia o Scozia? I Castelli di Cannero sul Lago Maggiore

Sono denominati Castelli di Cannero (in verbanese Castei de Caner), pur trovandosi nel territorio del comune di Cannobio, tre isolotti rocciosi situati nel lago Maggiore di fronte a Cannero Riviera, su due dei quali si trovano delle rovine di antiche fortificazioni. 

Furono costruiti fra il XI secolo e il XII secolo e detti "Malpaga". 

Verso la fine del XIV secolo vi abitarono i fratelli Mazzardi, detti "Mazzarditi", originari di Ronco (Frazione di Cannobio). Ai tempi a Cannobio vi era un'aspra contesa fra Guelfi e Ghibellini: fra la fine del 1403 e gli inizi del 1404 i Mazzardi si impossessarono del palazzo del pretorio di Cannobio, invasero Cannero, si impadronirono della Malpaga dalla quale per diversi anni compirono incursioni lungo l'intero Verbano senza disdegnare l'utilizzo di metodi violenti, allo scopo di crearsi una sorta di piccolo "stato privato".

Nel 1412 divenne duca di Milano Filippo Maria Visconti. Nel 1414, dando seguito alle suppliche degli abitanti del litorale, Filippo Maria inviò un esercito di 500 uomini, guidato da Giovanni Lonati per sconfiggere i Mazzarditi. La Malpaga, dopo un breve assedio, venne rasa al suolo e i Mazzarditi presero la strada dell'esilio, al pari dei castellani di Valtravaglia, i Franchignoni, che in modo analogo avevano approfittato della debolezza dello Stato centrale per crearsi un dominio analogo a quello azzardo.

Il feudo cannobiese venne concesso (1441) a Vitaliano I Borromeo passato in eredità al figlio Filippo, poi a Giovanni III (detto "il Giusto"), indi ai figli di questi, Giberto, Camillo, Ludovico, Francesco, il possesso comprese anche il piccolo arcipelago in cui era sorto il presidio fortificato dei cinque Mazzardi. 

Nel 1519 Lodovico Borromeo fece costruire una rocca detta "Vitaliana", in onore della famiglia padovana capostipite dei Borromeo. Dopo la morte di Lodovico la rocca fu progressivamente abbandonata a sé stessa, la vicinanza con la riva la rendeva difficilmente difendibile.

Nel corso dei secoli successivi divenne rifugio di contrabbandieri, fu usata da pescatori e fu persino sede di una banda di falsari. Attualmente rimangono solo le rovine delle antiche fortificazioni ed ‘I ruderi’ sono uno degli scorci più pittoreschi del lago, colonizzati da diverse specie di uccelli acquatici come il cigno reale, gabbiano reale, smergo maggiore, che nidificano riparati negli anfratti inaccessibili.

Negli ultimi anni sono state ripetutamente avanzate ipotesi di ristrutturazione della rocca Vitaliana. L'operazione finalizzata a rendere turisticamente "fruibile" la rocca è però osteggiata dalle associazioni ambientaliste.

Laveno M. - cannero1.1.jpg

Contattaci ora

Engel & Völkers Lago Maggiore
E-mail
indietro
Contattaci
Inserisci qui i tuoi dati di contatto
Grazie per il suo interesse. Sarà ricontattato al più presto.

Il team Engel & Völkers
Appellativo
  • Sig.
  • Sig.ra

Potete conoscere in dettaglio quali dati vengano conservati e chi abbia accesso agli stessi consultando la nostra politica sulla privacy.

Acconsento alla raccolta e alla elaborazione dei miei dati ai sensi della normativa vigente sulla protezione dei dati e al trattamento da parte del fornitore di servizi col fine di rispondere alla mia richiesta di contatto o d'informazioni e all'invio delle vostre proposte commerciali.

Posso revocare il mio consenso in futuro in qualsiasi momento.

 


Invia ora

CONOSCIAMO IL GIUSTO VALORE DEL SUO IMMOBILE

È al corrente del valore attuale della sua proprietà? Non importa se vuole solo conoscere il prezzo di mercato o se vuole vendere il suo immobile al miglior prezzo: i nostri esperti di marketing saranno lieti di assisterla con una valutazione gratuita.
Richieda una valutazione
indietro
Contattaci
Inserisci qui i tuoi dati di contatto
Grazie per il suo interesse. Sarà ricontattato al più presto.

Il team Engel & Völkers
Appellativo
  • Sig.
  • Sig.ra
Per favore inserisca le informazioni relative alla proprietà.

Potete conoscere in dettaglio quali dati vengano conservati e chi abbia accesso agli stessi consultando la nostra politica sulla privacy.

Acconsento alla raccolta e alla elaborazione dei miei dati ai sensi della normativa vigente sulla protezione dei dati e al trattamento da parte del fornitore di servizi col fine di rispondere alla mia richiesta di contatto o d'informazioni e all'invio delle vostre proposte commerciali.

Posso revocare il mio consenso in futuro in qualsiasi momento.

 


Invia ora

Ci segua sui Social Media



Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)