Napoli amata dalle testate giornalistiche mondiali!

L’ amore dei paesi Anglosassoni per la nostra città è cosa ben nota. I turisti inglesi e americani affollano Napoli e tutta la Costiera con le principali isole del Golfo e il 2015 è stato registrato il boom di presenze: molti di loro decidono anche di comprare casa nei luoghi da loro visitati! Sarà l’amore dei loro lettori che ha focalizzato l’attenzione sulla città da parte delle principali testate giornalistiche Americane e Inglesi. L’interesse del New York Times verso la nostra città si è manifestata molte volte attraverso diversi articoli. Due in particolare ci hanno colpito. Partendo dal meno recente citiamo quello della giornalista Rachel  Donadio pubblicato il 13 Dicembre 2013 con il titolo “ Seduced by Naples ”, “ Sedotta da Napoli ”. La giornalista fu inviata in Europa per il grande quotidiano americano, e arrivata a Napoli così scrisse: “ più sobria di Firenze e meno altezzosa di Roma, certamente uno dei luoghi più romantici del mondo ”. Approfondendo nel suo articolo le varie bellezze e anche bruttezze, la Donadio conclude con una visione di Napoli come emblema metropolitano di antitesi, di inferno e paradiso “ che mi ha catturata e che ancora continua a sorprendermi ”. 

 (Qui il link in lingua originale:  http://www.nytimes.com/2013/12/15/travel/seduced-by-naples.html?_r=0)

Più recente è l’ articolo della giornalista Ann Mah del gennaio 2016, che celebra Napoli e Elena Ferrante, scrittrice italiana dall’ identità che ancora oggi è per tutti un enigma e autrice di diversi best sellers tra cui “ L’amica Geniale ” pubblicato anche all’ estero con il titolo “ My Brilliant Friend ” e a cui sono seguiti altri tre volumi. Ann Mah, è andata alla scoperta di Napoli, dei luoghi narrati dalla scrittrice italiana e simbolo della città partenopea. Seguendo le tracce di Lenù e Lila, le protagoniste, la Mah si sposta dal cuore del centro storico , Spaccanapoli, fino a giungere alla vista del Golfo, attraverso luoghi importanti per i personaggi e per la stessa autrice, come ad esempio Piazza Municipio, dove il padre della scrittrice lavorava come facchino. Da qui si dirige verso Rione Luttazzi, descrivendone il degrado. Poi alla volta dell’eleganza di Chiaia il quartiere “ benestante ” fino a concludere il suo viaggio a Posillipo e qui scrive: “ davanti a me il golfo scintillava, una distesa ondeggiante di blu ricoperto dalla massa incombente del Vesuvio. Da qui, il rione era completamente scomparso ”. 

( Qui il link in lingua originale:  http://www.nytimes.com/2016/01/17/travel/elena-ferrante-naples.html)

Il Times, il prestigioso quotidiano inglese, di solito severo verso la nostra città, il 6 maggio 2016 ha dedicato un servizio molto accurato. La penna è di Liz Rowlinson e analizza l’attrattiva delle grandi multinazionali a investire sulla nostra città. L’articolo analizza anche l’andamento dei mercati immobiliari citando i dati di Engel & Völkers Napoli Chiaia Posillipo riguardo al centro storico e alle zone limitrofe.

( Qui il link in lingua originale: http://www.thetimes.co.uk/article/welcome-to-italys-new-hi-tech-hub-qsclkd08m)

Napoli - Italia - Immagine.jpg

Engel & Völkers

Napoli
Via Mariano d'Ayala, 1
80121 Napoli - Italia
P.IVA 08603701213
Tel.
+39 081 18 63 90 70

Vai allo shop


Offri una proprietà

 
Sì, desidero far valutare il mio immobile gratuitamente e senza impegno da Engel & Völkers.

Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)