Un carnevale di charme a Palazzo Caracciolo di San Teodoro

Palazzo Caracciolo di San Teodoro è un edificio monumentale ubicato sulla Riviera di Chiaia. Agli inizi dell’800 il duca Carlo Caracciolo di San Teodoro, senatore del regno, comprò tre edifici sulla Riviera di Chiaia, affidando a Guglielmo Bechi, architetto toscano chiamato dalla Corte borbonica a lavorare nella capitale del Regno delle Due Sicilie, l’incarico di trasformarli in un’unica residenza di prestigio. Ci riuscì degnamente e i risultati sono sotto gli occhi di tutti: Palazzo San Teodoro non ha nulla da invidiare alla vicina Villa Pignatelli, anch’essa capolavoro del Bechi. L'edificio fu innalzato su tre piani con al centro un loggiato. Il pian terreno, con ordine dorico, presenta una decorazione in piperno, mentre gli altri due piani hanno un decorazione in stucco; la facciata termina con un cornicione a dentelli. La facciata è tutta in rosso pompeiano con bugne piatte al pian terreno. I Caracciolo sono rimasti proprietari del palazzo per quasi un secolo, poi, l’edificio rosso pompeiano passò di mano in mano fino a giungere alla famiglia Micillo, attuali proprietari,  che lo hanno preservato e coltivato come un «fiore all’occhiello» degno di nota, tanto da attirare le attenzioni del Metropolitan Museum di New York, che ha realizzato anni fa un’importante pubblicazione sul singolare affresco delle “Centauresse”, meraviglia del soffitto di una stanza del palazzo. Una reggia in miniatura affacciata sulla Riviera di Chiaia, proprio di fronte a quella Villa Comunale sorta come passeggio del re in tempi di restaurazione post 1799. Palazzo San Teodoro ospitò nel corso della storia anche gli americani durante la seconda guerra mondiale, prima di essere abbandonato e ristrutturato, in seguito ai danni del sisma dell’80; agli inizi degli anni 2000 ha aperto ad eventi privati, cerimonie d’élite e iniziative letterarie. Si svolgerà il 25 febbraio a Palazzo Caracciolo di San Teodoro, il primo Carnevale Settecentesco Napoletano; evento promosso da Travelers and the City.

Il settecento è stato un secolo di grande fervore ed è ricordato come l’epoca dei salotti, ed ancora oggi il Carnevale ne rappresenta la sua icona principale. Grandi balli, feste in maschera, suoni, colori, sorrisi popolano vicoli e palazzi. Era tutto un fermento di artisti e stranieri che popolavano la città nei più sfarzosi Palazzi dell’epoca. 

Questa sarà l'atmosfera che si ricostruirà per i 500 invitati tra dame e cavalieri di corte, un vero e proprio tuffo nel passato con musiche d’epoca, abiti settecenteschi, magia e colpi di scena. Il Gran Ballo avrà inizio con l'accoglienza degli ospiti da parte di maggiordomi di Corte di palazzo, per riporre in custodia i soprabiti, ed accompagnarli in salotto per il brindisi di benvenuto. Nei giorni antecedenti l’evento, gli invitati saranno estratti a sorte in diretta streaming sulla pagina di Travelers and the City per essere la coppia Re Carlo III di Borbone e della Regina Maria Amalia di Sassonia, ed i prescelti giungeranno per la cerimonia a palazzo in carrozza. È tassativo partecipare con un abito settecentesco.

Napoli - Italia - Carnevale-Settecentesco-Napoletano.jpg

Dimora in palazzo nobiliare in zona Toledo

Campania, Napoli Chiaia Posillipo, Italia
Prezzo di acquisto 319.000 EUR
Superficie abitabile 95 m²
Camere da letto 2
Bagni 2

Engel & Völkers

Napoli
Via Mariano d'Ayala, 1
80121 Napoli - Italia
P.IVA 08603701213
Tel.
+39 081 18 63 90 70

Vai allo shop


Offri una proprietà

 
Sì, desidero far valutare il mio immobile gratuitamente e senza impegno da Engel & Völkers.

Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)