Rimini e la Val Marecchia. Una provincia tutta da scoprire

Riccione - San Leo - Val Marecchia - Rimini

La settimana scorsa abbiamo presentato la prima delle due imponenti vallate che dividono la provincia di Rimini, la Valle de Conca. Oggi, come promesso, tratteremo la Val Marecchia, che dalla Toscana scende fino alla costa riminese.

Le presenze culturali e le ricchezze naturali sono davvero tantissime: numerosi castelli, piccoli centri urbani, suggestive chiese con opere di notevole bellezza, agglomerati di case che mantengono ancora le strutture medievali di un tempo.

Ecco alcuni dei principali borghi da visitare in Val Marecchia:

- Santarcangelo di Romagna: gradevole cittadina a pochi chilometri da Rimini, che ha saputo nel corso della sua vita mantenere un saldo legame con il proprio passato, ricco di storia e di tradizioni, molte delle quali splendidamente rievocate con eventi, sagre e spettacoli nel corso dell’intero anno. Assolutamente da percorrere le sue pittoresche stradine fino alla sua parte più “alta” fino alla Torre del Campanone e la Rocca Malatestiana. Da non perdere una visita suggestiva alle misteriose Grotte Tufacee, che si snodano per lunghi tratti nel cuore della cittadina.

- Poggio Berni ad una manciata di chilometri da Santarcangelo con i suoi bellissimi palazzi nobiliari (alcuni come Palazzo Marco Santi del sec. XIII e Palazzo Astolfi del Sec. XVII, elegantemente ristrutturati ed adibiti a strutture di ospitalità).

- Lasciando lungo la strada provinciale la cittadina di Santarcangelo, si giunge in breve tempo a Torriana, l’antica “Scorticara”, dominata dall’alto dal Castello di Montebello. Entrambe le località offrono interessanti testimonianze della famiglia dei Malatesta come la possente torre quadrata di Torriana. DalBorgo di Torriana si può raggiungere facilmente a piedi il Santuario della Madonna di Saiano. La Rocca di Montebello, posta sul punto più alto del borgo, è resa famosa per la leggenda che la vorrebbe abitata dal fantasma di una bambina di nome Azzurrina.

- Verucchio: bellissimo borgo fortificato in posizione strategica fra il mare e la collina a circa 20 km da Rimini. A testimonianza delle sue antichissime origini oltre 600 sepolture databili tra il X e il VII secolo a.C. appartenenti alla Civiltà Villanoviana. Da visitare assolutamente il Museo Archeologico per gran parte dedicato proprio a reperti e capolavori artistici di questa civiltà. Sul borgo medioevale svetta l’imponente Rocca Malatestiana o "Rocca del Sasso" una delle una più grandi e meglio conservate della Signoria dei Malatesta.

- San Leo, detta già Montefeltro, situata su un enorme masso roccioso tutt'intorno invalicabile e raggiungibile per un'unica strada tagliata nella roccia. Sulla punta più alta dello sperone si eleva l'inespugnabile Forte dove venne imprigionato il Conte Cagliostro. Nel centro storico le due meravigliose chiese, la Pieve e il Duomo, rispettivamente dell'XI e XII secolo e la torre civica ora campanile delDuomo.

- Maiolo, con la sua tragica rupe, che sprofondò completamente in una notte dell'anno 1700, dopo 40ore di pioggia diluviante.

- Novafeltria con la millenaria pieve di San Pietro in Culto attorno alla quale ancora oggi si sviluppa l’antichissimo mercato locale.

- Talamello, uno dei più antichi insediamenti della Valmarecchia che ha una storia civile, religiosa e culturale del massimo interesse.

- Perticara, luogo di confine tra le Marche e la Romagna,famosa e ricca per la produzione dello zolfo e del salnitro fin dallaantichità.

- Sant’Agata Feltria, vero e proprio Capoluogo di questo comprensorio montuoso. Nel Mese di ottobre S.Agata Feltria ospita la fiera nazionale del tartufo bianco pregiato. A qualche Chilometro di distanza il borgo fortificato di Petrella Guidi.

- Pennabilli il cui centro urbano da continuità ai duecastelli di Penna e Billi unificati nel XIV secolo e appartenuti ai Malatestache qui trassero le loro origini. A Pennabilli sono ancora visibili i resti diun bastione poligonale e due porte con stemmi malatestiani e feltreschi. Davisitare le singolari iniziative ispirate dal Poeta Tonino Guerra, come l'ortodei frutti dimenticati, ilrifugio delle madonne abbandonate, lastrada delle meridiane, il giardino pietrificato ,il santuario dei pensieri riscuotono particolare attenzione ed ampiconsensi. A Pennabilli in luglio si tiene una mostra mercato nazionale di Antiquariato.

- Casteldelci, che si trova nella collaterale vallata del torrente Senatello che scende dal massiccio del Monte Fumaiolo.

Dalla costa alle cime delle colline e dei bassi rilievi montani della provincia di Rimini sono innumerevoli le opportunità di acquistare immobili di pregio, antichi casolari o lussuose ville che si affacciano sulla splendida campagna circostante, spesso con vista mare.

Per informazioni ed opportunità di acquisto o vendita di immobili ci può contattare al numero 0541 418819 o via email a riccione@engelvoelkers.com

Il nostro team di professionisti la aspetta nell’esclusivo shop di Riccione, in Viale Dante Alighieri 88.

Engel & Völkers

Riccione
Viale Dante Alighieri 88
47838 Riccione
Italia | P.IVA: IT03673490367
Tel.
+39-0541 418 819

Vai allo shop


Offri una proprietà

 
Sì, desidero far valutare il mio immobile gratuitamente e senza impegno da Engel & Völkers.

Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)