Cosa fare e vedere in zona Esquilino

L'Esquilino è uno dei setti colli sui quali è stata costruita Roma. Di tutti i colli è il più alto e il più esteso.

Secondo alcuni il nome Esquilino deriverebbe da exquilini, coloro che vivevano fuori dall'urbe, oppure da aesculi (eschi) arbusti di leccio un tempo presenti sul colle, o ancora da excubiae, le guardie di Romolo.

Tutta la zona, quando Roma divenne capitale d’Italia, era un’estensione di campi sterminati e fu oggetto di una veloce e spesso incontrollata espansione edilizia: fu dato il via alla lottizzazione dell’area più vicina alla nuova stazione per realizzare edifici pubblici e alloggi. Il quartiere ha un impianto urbanistico a scacchiera. E’ caratterizzato da edifici imponenti ed è attraversato da ampie strade.

Del rione non sempre è agevole stabilire con certezza i suoi confini: una parte del rione Esquilino sorge sul relativo colle, una parte è ricompresa nel vicino rione Monti. I due rioni sono separati da Via Merulana che taglia il colle Esquilino per tutta la sua lunghezza e collega le basiliche di Santa Maria Maggiore e di San Giovanni in Laterano.

L’Esquilino è attraversato dai più importanti acquedotti della città: l’Acqua Marcia, la Tepula, la Giulia e l’acquedotto dell’Aniene Nuovo.

Il rione Esquilino è sicuramente un luogo un pò fuori dagli schemi che non si lascia etichettare facilmente ma è di certo "un luogo identitario, relazionale, storico" che si contrappone a quegli spazi, ahimè sempre più diffusi, omologati e spersonalizzati.

E' il quindicesimo (XV) rione di Roma, appena esterno al centro storico, sicuramente il più multietnico e cosmopolita della capitale.

Nell'Esquilino convivono frammenti di lingue, di geografie, di colori, di profumi, di culture che ruotano e si avviluppano intorno ai luoghi che meglio lo identificano: la Basilica di Santa Maria Maggiore, la Stazione Termini, Piazza Vittorio (Emanuele, il suo nome per esteso), la Domus Aurea, l'Auditorium di Mecenate, l’Acquario Romano.

E' un quartiere vivace e pieno di fascino, punto d'incontro di tante comunità di immigrati, "scelto" anche, e sempre più in questi ultimi anni, da intellettuali e artisti forse attratti da uno stile di vita informale e dalla sua indiscutibile bellezza.   

Il quartiere è facilmente raggiungibile da tutti gli angoli di Roma e non solo contenendo al suo interno la Stazione Termini. E’ agevolmente collegato anche con gli aeroporti della capitale ed è servito sia da mezzi di superficie che dalla linea A e B della metropolitana.

Nel rione Esquilino non mancano scuole pubbliche e private, mercati e negozi, spazi verdi, piazze, chiese, luoghi d’interesse storico, artistico, musei, teatri.

Le quotazioni medie al mq vanno dai 4.500 euro, nella zona di Piazza Vittorio, per salire molto sensibilmente, intorno agli 8.000 euro, man mano che ci si avvicina a Via Cavour e al modaiolo rione Monti.   

Contatto licenziatario

Agente immobiliare Domenica Domenici

Corso Vittorio Emanuele II, 282-284 | 00186 Roma
Italia

Agente immobiliare Domenica Domenici

Corso Vittorio Emanuele II, 282-284 | 00186 Roma
Italia
Tel.
+39 06 45548120

Cosa fare e vedere in Centro Storico

Proponi il tuo immobile

Free Widget

Free Widget

Free Widget


Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)