La città di Gaeta: leggende, storia e paesaggi mozzafiato

Gaeta è una meravigliosa città che sorge all’interno dell’omonimo golfo e che si affaccia sul mar Tirreno.
Le origini del nome sono incerte: secondo Diodoro Siculo, uno storico proveniente dalle poleis greche della Sicilia, l’origine del nome di Gaeta ha a che fare con il mito degli Argonauti e deriverebbe da Aites, il padre di Medea, innamorata di Giasone, mentre Virgilio scrive nell’Eneide che il nome deriverebbe da Caieta, il nome della nutrice di Enea sepolta dall’eroe proprio a Gaeta durante il suo viaggio nelle coste laziali; versione confermata anche da  Dante Alighieri nel canto XXVI dell’Inferno.
Gaeta si trova a 90 km da Napoli e a 120 da Roma ed è una delle località più belle di tutto il litorale laziale: offre infatti scorci e paesaggi mozzafiato lungo tutto il suo territorio, motivo per il quale ogni anno è meta di milioni di turisti da tutto il mondo.

Latina - gaeta


La bellezza di questa città ha origini antiche, i primi insediamenti in territorio gaetano risalgono infatti al X sec. a.C., e fu già quando entrò a far parte dell’impero romano (345 a.C.) che questa città si guadagnò la nomina a uno dei luoghi di villeggiatura più belli di tutta la costa: a frequentare Gaeta erano infatti  imperatori, ricchi patrizi, consoli e famosi senatori dell'epoca, la cui venuta fu favorita dalla costruzione della Via Flacca.
La città, durante l’impero romano, visse un periodo di grande sfarzo, come testimoniano anche le numerose vestigia ancora visibili: un esempio è il Mausoleo, che sorge sulla cima del Monte Orlando.
Dopo la caduta dell’impero romano d’Occidente Gaeta fu vittima di numerosi saccheggi ad opera di popolazioni barbariche e dei Saraceni, fino a che non divenne un vero e proprio castrum: nacque infatti un borgo medievale protetto da altissime cinte murarie che successivamente si trasformò nel Ducato di Gaeta, guidato da Costantino I, primo sovrano della città, che ordinò la maggior parte dei monumenti che possono essere ammirati ancora oggi, come la meravigliosa Cattedrale, poi restaurata in stile gotico.

Latina - cattedrale


Nello stesso periodo fu edificato anche il Santuario della Santissima Trinità, detto anche “della Montagna Spaccata”, che si erge sul Monte Orlando, a picco sulla meravigliosa spiaggia di Serapo e all’interno di una fenditura della roccia che attraversa verticalmente la montagna e giunge fino alla grotta sottostante, che secondo la tradizione si creò a seguito della morte di Cristo, quando, come riportano le sacre scritture, si squarciò il velo del tempio di Gerusalemme.
A seguito di una frana venne costruita anche la Cappella del Crocifisso, la quale si erge sopra un macigno che si staccò da uno dei due costoni, incastrandosi tra le pareti della Montagna Spaccata e che è raggiungibile tramite una scalinata di oltre 300 gradini che porta fin dentro la grotta.
Percorrendo la scalinata è possibile notare sulla parete destra della montagna la forma di una mano (cosiddetta mano del Turco), che secondo la leggenda appartiene ad uno scettico marinaio proveniente dalla Turchia che scelse di non credere alla storia dell’origine della fenditura e toccando la parete vide la roccia sciogliersi sotto il suo tocco.
Ancora oggi sotto l’impronta della mano è visibile la targa con una scritta in Latino che recita:  "Un incredulo si rifiutò di credere ciò che la tradizione riferisce, lo prova questa roccia rammollitasi al tocco delle sue dita".
La suggestività di questa particolare costruzione e della pia leggenda che si tramanda attirarono sul luogo diversi uomini di chiesa divenuti poi Santi, come San Filippo Neri, il cui giaciglio in pietra nei pressi della Cappella del Crocifisso è ancora ben visibile, Sant’Ignazio di Loyola, Sant’Antonio da Assisi o San Berardino da Siena, che ordinò la particolare Via Crucis ancora incisa nella roccia del Monte Orlando.


Un altro dei luoghi più visitati di Gaeta è senza dubbio il Castello Angioino-Aragonese, una costruzione di oltre 14.000 mq, così denominata perché composta da due edifici comunicanti realizzati in due momenti storici diversi, uno più in basso realizzato durante il governo dei sovrani di origine angioina, l'altro più in alto, fatto costruire dai sovrani del regno di Napoli appartenenti alla dinastia di origine aragonese.
La struttura venne successivamente modificata per ordine dell'imperatore Carlo V, che fece realizzare molte opere di difesa militare che andarono a rafforzare poderosamente l'intera piazzaforte di Gaeta rendendola tra le più imponenti e munite d'Europa. L'ala angioina fino a pochi anni fa è stata sede del carcere militare di Gaeta, attualmente è affidata all'Università di Cassino che intende destinare in futuro tale ala del castello come sede delle facoltà universitarie di discipline marinare, mentre l'ala aragonese fino al termine della Seconda guerra mondiale è stata sede della Scuola Allievi carabinieri, oggi invece ospita la scuola nautica della Guardia di finanza. Questa imponente struttura ospita nella cupola della torre più alta del castello Aragonese, detta Torre di Gaeta, la Cappella Reale, voluta dal re Ferdinando II di Borbone nel 1849.

Latina - Il Castello angioino-aragonese

Gaeta quindi non solo offre panorami tanto suggestivi da togliere il fiato, ma è anche una delle città più ricche di storia e di leggende di tutto l’Agro Pontino e questo contribuisce senza dubbio ad incrementare l’interesse di tutte quelle persone che ogni anno decidono di acquistare una proprietà per trascorrere le vacanze.
E’stata ed è inoltre una delle città protagoniste della parabola ascendente del mercato immobiliare di lusso: il biennio 2015-2016 è stato molto positivo per il Real Estate in Italia, nell’ultimo anno c’è stata infatti una netta ripresa del segmento che ha portato il valore complessivo delle compravendite da 76 a 89 miliardi di euro.
Engel & Völkers Sabaudia-Circeo offre i propri servizi anche sul territorio di Gaeta e mette a Vostra disposizione la propria professionalità  per guidarvi all'acquisto di ville, attici ed appartamenti di lusso, accompagnandovi verso l’immobile dei vostri sogni con competenza e passione.

Engel & Völkers

Sabaudia
Piazza Paolo VI, 2
04100 Latina
P.Iva 05360770878
Tel.
+39 07 73 48 83 35

Vai allo shop


Offri una proprietà

 
Sì, desidero far valutare il mio immobile gratuitamente e senza impegno da Engel & Völkers.

Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)