Engel & Völkers Licenziatario Trentino Alto Adige Commercial > Blog > Tutela monumentale: come l’architettura storica entra nella modernità

Tutela monumentale: come l’architettura storica entra nella modernità

Ammirare con stupore e soggezione un castello storico ricostruito e immergersi nei fasti del passato o passeggiare per la città vecchia e scoprire il fascino delle antiche case mercantili risalenti all’era della lega anseatica: tutti abbiamo vissuto almeno una volta esperienze del genere.

Grazie al desiderio e l’impegno di tante parti coinvolte è ancora oggi possibile conservare costruzioni storiche anche per le generazioni future. La tutela monumentale riveste qui un ruolo di primo piano, poiché crea le condizioni necessarie a proteggere beni architettonici di interesse culturale, che vengono definiti secondo disposizioni ben precise in materia e gestiti dalle autorità competenti.

Il criterio principale per definire un bene architettonico “soggetto a tutela monumentale” è un interesse pubblico generale. L’età non è invece un fattore decisivo. Attraverso questa definizione, si evita la demolizione o la modifica strutturale dell’edificio in questione. In Germania, le singole disposizioni e la relativa implementazione sono appannaggio dei singoli Land. In altri Paesi come Spagna, Portogallo, Italia, Francia e Stati Uniti, esistono invece regole proprie e deroghe specifiche.

 Bolzano
- L’acquisto di un immobile sottoposto a tutela monumentale presenta pro e contro. Scoprite le informazioni più importanti nel nostro articolo!

Importanza della tutela monumentale per il mercato immobiliare

Tra le strutture edilizie sottoposte più di frequente a tutela monumentale rientrano castelli, conventi, antiche abitazioni padronali e case a graticcio, mulini e torri idriche, come pure edifici d’epoca a uso abitativo e commerciale. Chi pensa di acquistare un immobile di questo tipo, dovrà informarsi in anticipo sulle eventuali conseguenze. La tutela monumentale è infatti correlata a diversi oneri e disposizioni in materia di risanamento e utilizzo. D’altra parte, molto interessanti sono i vantaggi e le opportunità di tipo fiscale. L’acquisto comporta inoltre l’onere della manutenzione che può essere espressamente richiesto dalle autorità competenti.

Cosa significa la tutela monumentale in caso di misure di risanamento

Per gli edifici sottoposti a tutela monumentale non è possibile effettuare alcun intervento di risanamento, ammodernamento, costruzione o ristrutturazione senza il permesso delle autorità preposte. L’aspetto e la rilevanza storica devono infatti essere mantenuti con particolare attenzione. Gli oneri sono pertanto molto dettagliati e includono i materiali da utilizzare, i colori e le tecniche da applicare. Spesso ci si affida ad artigiani specializzati, che eseguano i lavori con particolare perizia tecnica.

Disposizioni simili si applicano all’area circostante, per cui anche in questo caso, qualsiasi modifica dovrà essere adeguatamente autrizzata. Esistono inoltre linee guida per gli interni, seppur meno stringenti. Qualunque attività non dovrà tuttavia modificare il carattere dell’abitazione.

Per ciò che riguarda il risanamento energetico, gli immobili sottoposti a tutela monumentale rientrano tra i casi particolari. Non necessitano infatti di certificato energetico e in Germania non sono soggetti alle disposizioni della normativa sul risparmio energetico. Non bisogna tuttavia dimenticare che i costi di manutenzione potrebbero essere decisamente più elevati.

Incentivi fiscali per investitori e utenti privati

Una proprietà sottoposta a tutela monumentale può essere acquistate per diverse ragioni. Spesso c’è il desiderio di possedere un immobile unico e particolare e riportarlo allo splendore originario con specifiche misure di risanamento. Oltre alla passione e alla predilezione, è necessario tuttavia considerare anche le possibilità finanziarie. Gli investitori sono ugualmente alla ricerca di proprietà di questo tipo in località particolarmente ambite, così da ottenere una rendita di locazione a lungo termine, dopo le attività di ristrutturazione.

Gli sforzi economici per il risanamento di tali immobili, di solito più elevati rispetto alle normali ristrutturazioni, sono spesso ricompensati dallo stato con ingenti incentivi fiscali. Chi investe in attività di ristrutturazione in vista di una locazione futura, può procedere con un ammortamento delle spese su un periodo di dodici anni, considerandoli come “costi promozionali”. In questo modo, è possibile coprire interamente le spese di manutenzione con l’aiuto degli incentivi fiscali.

Qualora l’immobile sottoposto a tutela monumentale sia invece per uso proprio, è possibile un ammortamento decennale pari al 9% dei costi di risanamento e manutenzione, che si traducono nel 90% dell’investimento a conclusione dei lavori.

Anche il prezzo di acquisto, e questo vale per tutti gli immobili concessi in locazione, possono essere sottoposti a un ammortamento di durata variabile a seconda dell’anno di costruzione.

Vale la pena acquistare un immobile sottoposto a tutela monumentale?

Gli incentivi fiscali sopra menzionati sono un’ottima attrattiva per acquirenti e investitori Chi però desideri di rivendere l’immobile dopo poco tempo, deve procedere con cautela. Poiché l’acquirente successivo non potrà godere dei medesimi incentivi fiscali, vorrà per forza di cose orientarsi ai prezzi di mercato rendendo così la vendita tutt’altro che redditizia. Per evitare una problematica di questo tipo, si consiglia di mantenere l’immobile per un periodo minimo di quindici anni.

Il potenziale di attrattiva di immobili sottoposti a tutela monumentale e destinati alla locazione è di regola piuttosto elevato. Pertanto, nella località giusta, è possibile ottenere rendite di locazione cospicue. Nelle città più ambite, la domanda di spazi abitativi è costantemente alta e ci sono pertanto ottime possibilità di trovare affittuari affidabili con una predilezione per immobili particolari.

Le abitazioni con tutela monumentale si trovano però spesso anche in regioni con carenze strutturali. I prezzi più bassi di proprietà e terreni possono perciò rivelarsi vantaggiosi per la vendita, nonostante un valore sostanzialmente stabile. E questo perché l’aumento del valore, facilmente prevedibile nelle aree economicamente più vantaggiose, è in queste zone decisamente meno probabile.

La tutela monumentale può essere revocata?

La tutela monumentale non è perenne. Se vengono meno le ragioni originarie o se mantenere l’edificio non risulta più ragionevole sotto il profilo economico, il proprietario può richiedere una revoca del vincolo. La decisione avverrà previa verifica dello stato dell’immobile da parte delle autorità preposte.


Contattaci ora
Engel & Völkers
Licenziatario Trentino Alto Adige Commercial
  • Via T. A. Edison 15
    39100 Bolzano
    Italia | P.Iva 02841890219
  • Fax: +39 0471 05 45 09

CONOSCIAMO IL GIUSTO VALORE DEL SUO IMMOBILE

È al corrente del valore attuale della sua proprietà? Non importa se vuole solo conoscere il prezzo di mercato o se vuole vendere il suo immobile al miglior prezzo: i nostri esperti di marketing saranno lieti di assisterla con una valutazione gratuita.

Seguici sui Social Media