Tecniche di eliminazione del rumore

Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer diceva, a proposito del rumore: “Non si tratta soltanto di un’ interruzione, ma anche un disturbo del pensiero”.Se questa massima non è sempre applicabile nella nostra vita quotidiana, c’è uno spazio dove, al contrario, risulta più che condivisibile: l’ufficio open space. Chi desideri trasferirsi in un edificio commerciale, potrebbe avere alcune riserve nei confronti di un design di questo tipo in ufficio, ancor prima di iniziare a lavorarci, soprattutto in termini di privacy e rumore.

Trento - Tecniche di eliminazione del rumore

Uno studio dell’Università di Sydney pubblicato nel 2013 ha evidenziato infatti come la “privacy sonora” sia attualmente la maggior causa di frustrazione per chi si trovi a lavorare in cubicoli o spazi comuni. Fortunatamente, ci sono diversi modi per ridurre il livello di inquinamento acustico in ufficio e garantire ai clienti un ambiente di lavoro piacevole e produttivo.

Migliorare la coibentazione delle pareti

Il momento migliore per iniziare a pensare a problematiche di inquinamento acustico in ufficio è l’acquisto dell’immobile: l’isolamento infatti è un aspetto da considerare sin da subito. I sistemi di isolamento acustico possono essere installati su tutte le pareti, o anche solo nelle salette ricreative comuni o nelle sale conferenze; questo tipo di coibentazione può inoltre essere applicata persino al vetro. Se tuttavia intervenire sull’isolamento è un’operazione troppo lunga e complessa o se ci sono inquilini che occupano il vostro spazio, integrare pannelli fonoassorbenti è un ottimo modo per ridurre il livello di rumore in ufficio.Esistono oggi tantissimi design, leggeri e moderni, che possono aggiungere anche un tocco di colore alle pareti. Chi lavora in ufficio, così, non noterà neppure l’aspetto funzionale, perché i pannelli saranno in tutto e per tutto parte estetica dell’arredamento.

Migliorare la pavimentazione

Per quanto grandiosi ed eleganti possano sembrare, i pavimenti in pietra, marmo e legno possono provocare fastidiosi rumori al più piccolo movimento o spostamento di una sedia. Con una pavimentazione in pietra, inoltre, rischiano di rimbombare persino le voci. Le alternative moderne come la moquette sono ideali per ridurre, mediante assorbimento, i rumori in ufficio. Anche le pavimentazione in vinile, specie con uno strato in gomma, può essere utilizzata per un maggiore isolamento acustico. Se vi piacciono i pavimenti in ceramica o in legno, infine, considerate l’ipotesi di introdurre solo alcune sezioni di moquette nei percorsi più utilizzati in ufficio, ad esempio i corridoi di ingresso e di uscita, i bagni o le strutture ricreative, così da ridurre il rumore in modo mirato. 

Combattere il rumore con il rumore

Potrebbe a prima vista sembrare controproducente, ma aggiungere rumore al rumore più essere un’ottima strategia di riduzione dell’inquinamento acustico. È stato dimostrato, infatti, che introdurre un “rumore bianco” costante a volume elevato contribuisce a occultare i suoni fastidiosi e indesiderati fuori e dentro, quali ad esempio il rumore del traffico o risate eccessivamente fragorose. Il controllo dei rumori ambientali può inoltre aumentare il senso di privacy e persino migliorare la creatività. Tra i “rumori bianchi”, che esercitano un piacevole effetto sull’ambiente di lavoro, ci sono pioggia, onde o suoni naturali.

Altre soluzioni

Tra le altre opzioni per ridurre l’inquinamento acustico potrebbe esserci una completa trasformazione dell’assetto di un ufficio, da open space a strutturato in singole postazioni. Tuttavia, non tutti potrebbero amare un ambiente di questo tipo perciò vale la pena parlarne prima con i clienti. Delimitare la vostra sala caffè, qualora ne abbiate una, è un’altra strategia per ridurre la distrazione e i rumori provenienti dalla cucina. Circondate la zona con una parete di una certa altezza, e applicate un sistema di isolamento acustico che contribuisca ad assorbire il rumore in eccesso. Potete anche pensare di investire in sedie con schienale alto e sistema di curvatura verso l’interno. In questo modo, chi la occupa è in parte schermato dai rumori esterni, che così vengono ridotti, canalizzando al contempo internamente i propri rumori prodotti. In alternativa, potete mettere a disposizione per ciascuna postazione un paio di cuffie fonoassorbenti, ricordandovi tuttavia che le dimensioni del vostro ufficio potrebbero influire sul rapporto qualità-prezzo.

L’inquinamento acustico non è un problema solo dei grandi uffici commerciali. Se i rumori disturbano anche il vostro home office o gli spazi tra le stanze, provate alcune di queste tecniche di isolamento per la casa

Villa Glicine con vista panoramica

Trentino Alto Adige, Trento, Italia
Prezzo di acquisto 850.000 EUR
Superficie lotto 950 m²
Locali 5

Engel & Völkers

Trento
Via Carlo Antonio Pilati, 11
38122 Trento
Italia - P.IVA: 02460170224
Tel.
800 97 83 63

Vai allo shop


Offri una proprietà

 
Sì, desidero far valutare il mio immobile gratuitamente e senza impegno da Engel & Völkers.

Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)