Engel & Völkers MMC Lisbona > Blog > Una nuova recinzione in giardino: ecco come fare

Una nuova recinzione in giardino: ecco come fare

Che si tratti di un’abitazione di nuova costruzione con giardino o di un immobile esistente circondato da un rigoglioso spazio verde, una questione importante da valutare è la recinzione. Di seguito, trovate una serie di informazioni su come realizzare una struttura in linea con le vostre preferenze, il luogo della vostra abitazione e le normative previste.

 Lisbona
- Per realizzare una nuova recinzione in giardino, servono creatività, attenzione al luogo e rispetto delle norme. Scoprite di più nel nostro blog.

Riflessioni preliminari

Un recinto in giardino è una tipologia particolare di recinzione. Ed è proprio su quest’ultimo concetto che dobbiamo soffermarci, per avere un’idea precisare di come realizzare una struttura ottimale. Qual è dunque la funzione di una recinzione? Una recinzione può impedire l’accesso non autorizzato di persone dall’esterno o di animali. Può tutelare la sfera privata e ridurre l’inquinamento acustico.

In tal senso, garantisce la quiete domestica a proprietario e inquilini. Un’ottima idea dunque. Ancora meglio sarebbe realizzare una recinzione che si adatti all’abitazione e al terreno e aggiunga anche un tocco di stile. Che si tratti di una recinzione con funzione esclusivamente delimitante, una struttura per tutelare la privacy e impedire la vista o una variante personalizzata, non dimenticate di rispettare le disposizioni previste.

Quadro normativo

In Germania, la realizzazione di una recinzione è regolamentata dal Codice Civile. Si applicano inoltre alcune disposizioni relative alle aree di vicinato, queste ultime quasi sempre di competenza regionale. La costruzione di una recinzione dovrà infine rispettare il piano regolatore e le norme per le recinzioni previste dai regolamenti comunali. Per una pianificazione sicura dunque, è necessario chiarire queste problematiche in modo tempestivo con le autorità preposte. Una variante particolare di recinto potrebbe infatti necessitare di una specifica richiesta o di un’autorizzazione da parte dell’Ufficio urbanistico.

Altrettanto importante è l’aspetto del “carattere locale”. L’adattabilità al luogo di riferimento consente infatti di mantenere una certa uniformità tra queste strutture all’interno dell’area abitativa, nonostante le preferenze e i gusti personali. Un ruolo rilevante è inoltre svolto dalle prassi regionali previste e dai prezzi immobiliari.

Acquisire queste informazioni in anticipo vi risparmierà tutta una serie di problemi. Nessuno infatti desidera imbarcarsi in controversie o conflitti giuridici con i propri vicini ed essere magari costretto a smantellare la struttura realizzata, spesso a proprie spese. Il committente dovrà dunque tener presente che ogni Paese ha un proprio quadro normativo per la costruzione di recinzioni e questo vale anche per l’estero e i Paesi oltreoceano. L’obiettivo finale è dunque mantenere quanto più possibile un margine di creatività nel rispetto delle regole vigenti.

L’aspetto estetico

L’effetto complessivo sarà anche determinato dal gusto personale e dalla funzione desiderata. Una recinzione dovrà infatti inserirsi armonicamente nello stile della casa. Per un’abitazione tradizionale, ad esempio, è preferibile un concept più classico. In una struttura più moderna invece, meglio inserire un recinto meno caratterizzato e più discreto che metta in risalto l’estetica della casa.

Si consiglia in generale qualcosa di semplice ed elegante. L’eccessiva stravaganza potrebbe infatti ben presto stancare. Il fattore estetico va considerato anche qualora ci sia in cantiere l’idea di vendere l’immobile.

Meglio naturale o artificiale?

Per ciò che riguarda il materiale, la scelta è tra una recinzione naturale e una artificiale. Le siepi rientrano nella prima categoria e con un’altezza sufficiente (circa 1,70 metri) offrono un ottimo riparo da luce, vento e sguardi indiscreti. Un altro esempio è lo steccato con listelli in legno, chiaro e trasparente, ideale per le piante rampicanti e per i piccoli animali, che qui trovano il proprio habitat ottimale. I listelli in legno si adattano anche a strutture più moderne e possono creare un’unione sapiente tra tradizione e innovazione. Per il sempre più richiesto urban garden, meglio utilizzare una recinzione chiusa che impedisca l’accesso di eventuali roditori.

Materiali e costi

I costi dipendono principalmente dalla lunghezza e dal materiale utilizzato. Tra le varianti più economiche rientrano le recinzioni metalliche, seguite dalle staccionate in legno. Anche i costi di manutenzione non sono da sottovalutare, soprattutto per il legno, non resistente alle intemperie. La gamma spazia da recinzioni prefabbricate, reperibili nei negozi di bricolage, fino a strutture speciali in legno regionale e sostenibile.

Le recinzioni in metallo rivestite o zincate sono invece più costose, ma decisamente più resistenti. I prezzi, con incluso il montaggio, variano da venti, a cinquanta, fino a oltre mille euro al metro quadro.

Contattaci ora
Engel & Völkers
MMC Lisbona
  • Avenida da Liberdade 196, 7º Andar 1250-147
    1250-147 Lisbona
    Portugal

CONOSCIAMO IL GIUSTO VALORE DEL SUO IMMOBILE

È al corrente del valore attuale della sua proprietà? Non importa se vuole solo conoscere il prezzo di mercato o se vuole vendere il suo immobile al miglior prezzo: i nostri esperti di marketing saranno lieti di assisterla con una valutazione gratuita.

Ci segua sui Social Media