Gli errori del curb appeal

Gli errori del curb appealTutti conosciamo il vecchio detto “l’apparenza inganna”, ma sfortunatamente sappiamo altrettanto bene che l’apparenza conta, eccome. In un settore immobiliare in rapida crescita, è ormai prassi comune giudicare un’abitazione in base alla prima impressione, a tal punto che è stata coniata un’apposita espressione in inglese: curb appeal, il fascino dell’esteriorità. Ci sono una serie di fattori che influiranno sul curb appeal della vostra casa – alcuni abbastanza ovvi, altri invece tutt’altro che scontati. In qualità di esperto del mercato immobiliare, Engel & Völkers conosce a fondo tutti quei piccoli dettagli che fanno la differenza nell’acquisto di un immobile e che possono convincere o far desistere buyer potenziali.

Per prima cosa, pensate alla zona in cui vivete e al tipo di persone che potrebbero avere qui interesse all’acquisto di un’abitazione. La maggior parte di queste vuole trovarsi davanti all’uscio di casa e immaginarsi nitidamente una vita in quella zona e questo risulta sicuramente più difficile se la personalità del proprietario attuale è ancora molto evidente. Per ricevere più offerte, è quindi importante che la vostra casa abbia un aspetto quanto più neutro possibile. Se avete tinteggiato i muri esteri di un colore che non si addice al resto della strada, forse è arrivato il momento di cambiare. Certo, all’inizio potrà trattarsi di un costo aggiuntivo, ma in realtà p un investimento che potrà facilitare la vendita dell’immobile, al prezzo da voi pattuito.

Altri elementi eccessivamente personali includono articoli e accessori per animali domestici o giocattoli per bambini, che potrebbero allontanare quegli acquirenti che hanno paura degli animali o che non hanno figli. E’ infatti più difficile, per potenziali acquirenti senza figli, immaginarsi una vita in una casa il cui cortile è pieno zeppo di giochi, e di certo a nessuno piace accorgersi di tutti i disastri che ha combinato il vostro cane. Pertanto, eliminate tutte le fonti di distrazione e lasciate il vostro prato quanto più pulito, fresco e incantevole possibile.

Similmente, non eccedete con fiori e ornamenti da giardino. Assicuratevi che ogni aiuola sia ben curata: rimuovete i fiori secchi e i petali caduti. E’ consigliabile in generale evitare le decorazioni in giardino, perché potrebbero influenzare significativamente il curb appeal della vostra casa. Se però ne avete alcune a cui siete particolarmente affezionati, riponetele altrove, quando mostrerete la casa a potenziali acquirenti.

Dare l’impressione che nella vostra casa ci sia un posto per ogni cosa, questo giocherà sicuramente a vostro vantaggio: gli acquirenti sono spesso scoraggiati dalla mancanza di spazio. Parcheggiate la vostra auto in garage, se ne avete uno, anche se non è una cosa che fate solitamente. Un’auto parcheggiata sul ciglio della strada o nel vialetto di casa fa pensare che non ci sia altro posto dove sistemarla: se non è così, è consigliabile chiarirlo subito.

Infine, controllate accuratamente l’esterno della vostra casa, lucidando o eliminando eventuali parti arrugginite o fradice. Per quanto irrilevanti questi segni potranno sembrarvi, è possibile comunque che abbiano un impatto negativo. Se acconsentirete a visite in appartamento nelle ore serali o nei mesi invernali, assicuratevi che la vostra proprietà sia ben illuminata e sembri accogliente anche nelle serate più scure.

Se avete bisogno di un aiuto esperto  da E&V su come vendere la vostra proprietà, visitate la nostra pagina Facebook per avere regolari aggiornamenti sui nostri servizi internazionali.

Pubblicato in Properties.


Array
(
)