Il mio aereo, la mia casa, il mio yacht … il mio vino!

WineryUn’oscura cantina piena di polverose bottiglie d’annata è da sempre simbolo di ricchezza, eppure i miliardari di oggi sembrano voler fare un ulteriore salto di qualità, dirigendosi direttamente alla fonte e acquistando la propria azienda vinicola. Le aziende vinicole tra le quali scegliere sono numerosissime, con i loro vigneti sparsi in ogni angolo del globo, ma alle bellezze di Argentina, Australia e persino Francia, molti investitori preferiscono le ondeggianti colline dell’Italia e, in particolare, della Toscana.

Il mercato immobiliare italiano è attualmente in fase di ripresa dopo la crisi dell’Eurozona e sta introducendo al suo interno una serie di proprietà molto appetibili, di valore nettamente superiore rispetto al prezzo effettivo. Ed è proprio la Toscana ad attrarre investitori internazionali di diversa estrazione sociale, grazie alle sue bellezze artistiche, culturali e letterarie ma anche alla sua cucina, celebrata tanto quanto il suo vino.

Famosi, e a buon diritto, sono i vigneti della zona: quest’angolo d’Italia ospita oltre 30 vini DOC, tra cui il Chianti, incarnando ciò che i francesi definiscono “terroir”. Il terreno e le condizioni climatiche rendono la regione, il luogo perfetto per coltivare alcune delle uve più pregiate d’Europa. La varietà più popolare in Toscana è probabilmente l’uva Sangiovese, sebbene altrettanto celebri siano il Cabernet Sauvignon e il Moscatello.

Le aziende vinicole vivono attualmente una fase di grande popolarità, ma non si tratta di una nuova moda. Duemila anni prima che Angelina Jolie e Brad Pitt acquistassero il loro château in Provenza, i più noti filosofi e scrittori romani si tenevano occupati, producendo vino in terreni di loro proprietà. Il drammaturgo Euripide proclamava, in un discorso per un suo messaggero: “Senza vino l’amore non vive ed ogni altra gioia muore”.

Al di là dell’ovvio beneficio di non “uccidere” amore o gioia, l’importanza finanziaria di un’azienda vinicola è immediatamente comprensibile. Oltre a generare vantaggi economici in termini di produzione vinicola, infatti, il crescente interesse verso il turismo enogastronomico e il proliferare di spettacolari residenze vendute assieme ai vigneti sono legati alla possibilità di ulteriori guadagni: si pensi, ad esempio, alle degustazioni itineranti all’interno della proprietà, o all’affitto dell’abitazione per matrimoni e altri eventi. Se non desiderate produrre vino personalmente, il modo più semplice per guadagnare dalla vostra proprietà e vendere le uve a produttori locali. Un’area di 3000 – 4000 m2 di terra può fruttare utili tra il 15% e il 20% sul lungo termine, assieme all’opportunità unica di negoziare un paio di bottiglie in più da stappare in famiglia o con gli amici.

Che siate alla ricerca di una grande azienda vinicola da acquistare e gestire a distanza o di un vigneto dal quale creare una piccola enoteca, Engel & Völkers possono offrirvi un’ottima consulenza in ogni fase del processo di acquisto. I nostri esperti vi aiuteranno a scegliere la giusta regione, la giusta proprietà e vi garantiranno eccellenti servizi post vendita, per assicurarvi che il processo d’acquisto proceda senza intoppi in tutte le sue fasi. Per maggior informazioni, visitate il nostro sito.

Pubblicato in Senza categoria.


Array
(
)