Ridipingere la vostra casa

iStock_000002153463SmallAbbiamo già parlato del fascino legato all’esterno di un’abitazione, il cosiddetto curb appeal, e già ricordato che, quando si tratta d’immobili, la prima impressione conta eccome. Questo prevede, tra le altre cose, ricordarsi di tagliare l’erba, potare i cespugli ed eliminare giocattoli e cianfrusaglie dal vostro giardino; ma anche gli elementi esterni che solitamente date del tutto per scontati possono incrementare – o ridurre – il potenziale del vostro immobile. Il colore di una casa, ad esempio, è uno dei primi elementi che un buyer valuta, perciò fate in modo che la vostra abbia quello giusto.

Vi siete dati da fare per rinnovare completamente i colori dei vostri interni? Bene, tutto il vostro lavoro potrebbe essere vanificato da un esterno sgradevole. Sebbene siano in pochi ad avere colorazioni eccessive o pacchiane, gli angoli scrostati, i colori sbiaditi o anche tonalità che stonano con la gamma cromatica delle altre abitazioni della strada possono saltare all’occhio di potenziali buyer come elementi negativi. Tuttavia, prima di correre a comprare barattoli di pittura, pensate attentamente a come massimizzare il fascino di una casa, inserita in una specifica zona e in un determinato range di prezzo.

Il bianco è statisticamente uno dei colori più piacevoli sotto il profilo estetico: più del 40% degli acquirenti potenziali, infatti, preferisce case di questo colore. Sebbene il bianco tenda a sporcarsi più velocemente, il maggiore vantaggio è dato dall’ampia gamma di colori utilizzabili per mettere in risalto i dettagli. Sarete in grado perciò di aggiungere alcuni tocchi personali, ad esempio, ridipingendo gli infissi o la porta d’ingresso con una tonalità più vibrante senza che ci sia nulla di eccessivamente dominante.

Utilizzate colori più chiari per le rifiniture: in questo modo, anche se un buyer non sarà del tutto convinto della vostra scelta cromatica, non lo vedrà probabilmente come un problema irrisolvibile. Se a un potenziale acquirente piace la vostra casa, ma non è convinto del rosso intenso della vostra porta d’ingresso, potrà provvedere egli stesso a modificarlo una volta trasferitosi.

E’ molto importante, dopo aver deciso il vostro schema cromatico, rivolgersi a un professionista che svolga il lavoro. Ridipingere tutto l’esterno della vostra casa è molto più duro che dare una semplice rinfrescata agli interni e l’errore è dietro l’angolo. Un esperto è in grado di valutare con autorevolezza la giusta consistenza della pittura e persino la data d’inizio lavori più adatta. Potrebbe sembrare un po’ eccessivo, ma la pioggia, l’umidità e il forte vento possono essere un vero ostacolo per l’opera di pitturazione. Al fine di ottenere i migliori risultati, vi converrà iniziare in un periodo dell’anno in cui il cielo è coperto e il clima mite.

Mai lesinare sulla pitturazione esterna della vostra casa, perché si tratta di una parte cruciale del suo curb appeal. La pittura di alta qualità sarà forse meno economica ma la differenza sarà evidente e la vostra casa avrà un aspetto luminoso, pulito e accogliente. Infine, se l’obiettivo delle vostre modifiche è quello di incrementare le chance di successo del vostro immobile sul mercato, rivolgetevi per prima cosa al vostro agente immobiliare. In quanto esperto a livello locale, questi potrà fornirvi informazioni sulle abitazioni, più popolari tra potenziali acquirenti, nella vostra zona, dandovi così un buon esempio da seguire, se vorrete reinventare la vostra casa. Per saperne di più sui nostri servizi di assistenza, visitate il sito ufficiale E&V.

Pubblicato in Properties.


Array
(
)