Isole Partenopee

 

Il golfo di Napoli è impreziosito dalla presenza di diverse isole che ne costituiscono le naturali propaggini e le più importanti , Ischia, Capri e Procida sono celebri in tutto il mondo per le proprie bellezze, i panorami suggestivi e le caratteristiche naturalistiche e culturali uniche al mondo.

Mentre Capri, a sud di Napoli, è uno sperone roccioso distaccatosi in epoca preistorica dalla vicinissima penisola sorrentina, Ischia e Procida devono entrambe la loro origine all’intensa attività vulcanica dei Campi Flegrei, ad ovest della città.

 

Procida, l’isola partenopea più piccola, è la più selvaggia e la meno contaminata delle tre isole, scelta da grandi registi come sfondo ideale per capolavori cinematografici.

Il mare, i vicoletti e le chiese caratterizzano il territorio, permettendo di abbinare il relax della spiaggia alla conoscenza degli edifici storici, come l’Abbazia di San Michele Arcangelo, che sorge sul promontorio di Terra Murata a picco sul mare e  Palazzo d’Avalos, dal passato illustre ma in seguito adibito a carcere, fino a pochi decenni fa.  Attraverso un sottile ponte si giunge sull’ isola di Vivara, un antico cratere su cui sono state trovate tracce di insediamenti umani antichissimi risalenti al neolitico, divenuta nel 2002 riserva naturale per l’importante flora e fauna che ospita.

 

Da Procida, nell’arco di mezz’ora, si raggiunge Ischia, la più grande delle isole della Campania che accoglie oltre 6 milioni di visitatori l’anno, attratti da un territorio vasto e morfologicamente variegato.

Dal mare, alla montagna, ai percorsi benessere dei  numerosi parchi termali e delle sorgenti naturali, nel corso degli anni Ischia è diventata meta preferita di innumerevoli turisti provenienti da ogni parte del mondo e con esigenze e interessi diversi tra loro, tutti soddisfatti dalla ricchezza naturale del posto. Simbolo dell’isola è senz’altro il Castello Aragonese, costruito dal tiranno Gerone di Siracusa nel 474 a.C. e successivamente sede delle tante dominazioni che hanno insidiato l’Isola, le cui influenze sono visibili in ogni parte del territorio dagli scavi archeologici di Santa Restituta ai Torrioni Saraceni di Forio, dalle tradizioni culturali a quelle vitivinicole, che hanno fatto di Ischia uno dei più importanti esportatori di vini sui mercati esteri.

Una tappa imperdibile sono i Giardini della Mortella, costruiti per volontà di Lady Susanna Walton, moglie del famoso musicista, la cui realizzazione fu affidata al noto architetto paesaggista Russell Page, che li ha resi tra i più importanti e famosi giardini botanici d’Europa.

 

Altro perla meravigliosa di questo prezioso collier di isole partenopee  è senz’altro Capri, residenza estiva ambita sin dai tempi antichi, e terra di poeti, scrittori e personaggi leggendari.  La celebre Piazzetta di Capri è il classico punto di partenza per visitare l’isola. Tutto è suggestivo a Capri: dagli spettacolari giardini di Augusto degli anni Trenta, alla Certosa di San Giacomo, fino alle meravigliose ville fiorite, tra cui Villa Jovis, celeberrima residenza dell’imperatore Tiberio, che domina tutto il Golfo di Napoli, la Costiera Amalfitana, e il porto di Marina Grande. Per chi ha voglia di un mare limpido e pulito, la celeberrima Grotta Azzurra di Anacapri è una meta imperdibile, così come i Faraglioni, tre picchi immersi nel mare, che creano uno spettacolare effetto scenografico e paesaggistico.  Dopo il tramonto, le tre isole vivono all’insegna delle passeggiate romantiche e delle cene nei tipici ristoranti che offrono le buonissime specialità del posto.  Per coloro che amano il mare e il relax, senza rinunciare alla vita culturale e mondana, godendo delle innumerevoli bellezze naturali, possedere una casa in questi luoghi incantati è come realizzare un sogno…il proprio sogno!

Pubblicato in Senza categoria.


Array
(
)