L’Africa investe a Londra

L’Africa investe a LondraLondra: decisamente il posto più esclusivo dove vivere in Europa e, facile a immaginarsi, attrae investitori da tutto il mondo. E tuttavia, mentre la maggior parte di questi investitori proviene da super potenze mondiali quali Russia, Cina e Stati Uniti, nell’ultimo anno si è assistito a un notevole aumento di buyer high-end provenienti dall’Africa, in particolare dalla parte occidentale del continente. Nigeria, Ghana, Gabon, Cameron, Senegal e Repubblica Democratica del Congo: tutti compaiono nelle liste di transazioni immobiliari nella capitale e lo scorso anno la percentuale, in termini di valore di vendita, nel segmento ultra high-end del mercato immobiliare, è più che raddoppiata.

Sebbene tale percentuale sia solo una piccola parte del mercato complessivo, le somme di denaro in gioco sono decisamente significative, specie se rapportate alle economie dei Paesi in questione. Nel World Bank’s Development Indicators Database (il database degli indicatori di sviluppo della Banca Mondiale), solo la Nigeria è tra i primi 25 Paesi in termini di PIL. D’altra parte, proprio la relativa instabilità che caratterizza queste aree può essere di per sé il fattore chiave alla base degli investimenti nella City. Il Daily Mail, analizzando il trend, ha ipotizzato che il Regno Unito rappresenti una sorta di porto sicuro, dove è possibile investire tranquillamente ingenti quantità di denaro per proprietà di primo livello, il cui valore è destinato ad aumentare nei prossimi anni.

Domanda elevata sul mercato del lusso

La domanda incessante di proprietà di lusso nella capitale britannica ha già portato a immediati progetti di ristrutturazione per aree in passato non particolarmente appetibili quali Battersea e Kings Cross, trasformatesi in moderni e scintillanti complessi urbani con strutture dalla stupefacente architettura e servizi di elevata qualità. Tuttavia la nuova ondata di buyer provenienti dall’Africa occidentale continua ancora a puntare alla west London, dove distretti tradizionalmente high-end come Westminster, Kensington e Chelsea, sono decisamente tra i più ambiti. In queste aree si trovato infatti le proprietà più costose della capitale: Engel & Völkers ha recentemente completato la vendita di un attico a Hyde Park per un prezzo finale di 162.000.000€. Folorunsho Alakija, businesswoman nigeriana che deve al petrolio la sua fortuna, ha inoltre investito nello sviluppo di One Hyde Park, un’area che conterrà alcune tra le abitazioni più costose al mondo.

Influenza globale

Anche se l’influenza dei buyer africani non può competere con il predominio di altri investitori stranieri, presenti ormai da tempo sul mercato, la situazione è destinata cambiare in pochissimo tempo, specialmente nel mercato del lusso. A Manhattan, il record dei prezzi di vendita, sin ora appannaggio degli oligarchi russi, sta per essere raggiunto, se non battuto, dagli affaristi cinesi. Il  Financial Times ha recentemente sottolineato che “i cinesi sono i maggiori investitori stranieri per le proprietà immobiliari a New York City, Londra e in Australia”. Anche i buyer indiani e provenienti dal Medio Oriente giocano a Londra un ruolo fondamentale, di gran lunga maggiore di quello attualmente rivestito dagli investitori africani. Ma alla luce degli sviluppi del trend attuale, è prevedibile un repentino stravolgimento delle classifiche.

In qualità di esperti internazionali nel mercato immobiliare high-hend, Engel & Völkers è in possesso di un ampio portfolio di proprietà di lusso in aree come Belgravia, Chelsea e Kensington. Se state pensando di investire in un appartamento o una villa nella City, visitate la nostra sede di Chelsea o di Brompton Road per saperne di più.

Pubblicato in Senza categoria.


Array
(
)