Viaggiare di martedì: Una casa vacanze in Croazia

Travel Tuesday: CroaziaAcque chiare e pulite, una costa lunga 1800 km, 1200 isole, numerose cittadine storiche e ristoranti di altissima qualità: ecco cosa rende la Croazia una delle mete turistiche più ambite. Il Paese gode di una posizione centralissima in Europa: in auto, la Croazia si raggiunge facilmente e in breve tempo dalla Germania meridionale, dall’Austria, la Svizzera, la Slovenia e l’Italia. Non c’è da meravigliarsi dunque che molti turisti coltivino il desiderio di acquistare qui la propria casa vacanze.

L’interesse nei confronti delle proprietà croate è considerevolmente aumentato a seguito dell’adesione del Paese all’Unione Europea (UE), il 1 Luglio 2013. “Nel primo trimestre 2014, abbiamo registrato un incremento della domanda di circa il 30% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In particolare i buyer provenienti da Austria e Germania mostrano un rinnovato interesse verso case vacanze esclusive sull’Adria” sostiene Michael Grimm, socio fondatore di Engel & Völkers a Rab e Opatija. Alla luce della crescente domanda, noi di Engel & Völkers riteniamo plausibile un considerevole aumento dei prezzi, nei prossimi mesi, per immobili situati nelle regioni più ambite del Paese.

Tra queste, vi sono sicuramente la Riviera di Opatjia, la penisola istriana e l’isola di Rab, grazie alla loro posizione, perfetta per una seconda residenza. Sulla Riviera di Opatija, le lussuose ville con arredamento esclusivo, vista mare e ottima posizione, raggiungono un prezzo record di 1,5 milioni di euro. In una zona più “ordinaria”, il prezzo di una villa arriva fino a 750 mila euro. Per una sola lussuosa abitazione situata in un’area particolarmente ambita, si arriva persino a pagare 500 mila euro. Le case vacanze dell’isola di Rab, nella baia di Kvarner, sono altrettanto ricercate da potenziali buyer. La maggior parte delle seconde abitazioni dell’isola è dislocata lungo la costa, a pochi passi dal mare e offre un fantastico panorama sull’arcipelago. Per una monofamiliare di 200 metri quadri di superficie, in posizioni particolarmente esclusive, i buyer possono arrivare a pagare tra i 400 e i 500 mila euro. Una casa di proprietà situata in ottima posizione può costare fino a 2 mila euro al metro quadro.

I fattori positivi che influenzano il mercato immobiliare in Croazia

Le condizioni di partenza per l’acquisto di una casa vacanze in Croazia sono cambiate in meglio negli ultimi anni. La qualità edilizia degli immobili è enormemente migliorata grazie agli investitori stranieri. “In Istria, nella Riviera di Opatija e nelle aree circostanti, come a Zadar, si trovano sul mercato ville lussuose e appartamenti di alta qualità e dall’aspetto decisamente occidentale”, continua Michael Grimm. A ciò si aggiunge che i registri catastali sono ora elettronici e quindi l’iscrizione della proprietà avviene in modo molto più veloce. In Così i buyer europei sono, sotto il profilo catastale, considerati al pari di quelli locali. Da quando la Croazia è entrata in UE, i buyer possono anche concedere in affitto i propri immobili: “Questo sino ad ora non è mai stato possibile e rappresenta un grande vantaggio, soprattutto per gli investitori”, continua Grimm.

Il 90% dei buyer proviene dall’estero

Il mercato immobiliare croato è attualmente dominato da buyer tedeschi e austriaci. A questi si aggiungono acquirenti provenienti dall’Est Europa, soprattutto Slovenia, che sono alla ricerca di immobili lussuosi sulle coste croate per trascorrere le loro vacanze. Le richieste giungono sempre maggiori anche da buyer potenziali di origine croata ma sparsi in Europa e negli USA, la maggior parte dei quali dispone di capitale proprio sufficiente e non necessita dunque di alcun finanziamento esterno. Gli immobili con vista mare o a breve distanza dalla costa sono particolarmente richiesti dalla clientela internazionale, che attribuisce particolare valore alle ampie terrazze, ai balconi e a un arredamento in stile occidentale. Altrettanto importanti sono i condizionatori, i pavimenti laminati e i bagni moderni. Secondo Engel & Völkers, gli immobili quest’anno, in Croazia, avranno vita più breve sul mercato proprio a causa dell’elevata domanda estera. Attualmente gli immobili situati in ottime aree restano sul mercato dai due ai sei mesi e in zone meno ambite, fino a 12 mesi.

Atteso un ulteriore incremento dei prezzi nei prossimi mesi

Michael Grimm prevede sviluppi futuri del mercato immobiliare in Croazia più che positivi: “Grazie all’adesione della Croazia all’UE, le visite agli immobili sono aumentate considerevolmente e numerosi buyer esteri manifestano la loro intenzione di acquistare in queste aree. Rispetto a Spagna o Italia, i prezzi delle case vacanze situate nelle zone più ambite del Paese sono relativamente più accessibili. E tuttavia – continua Grimm – “proprio per la crescente domanda, ci aspettiamo nei prossimi mesi un presumibile aumento dei prezzi delle immobili”.


Array
(
)