Viaggiare di martedì: città universitarie

Viaggiare di martedì: città universitariePer apprezzare il fascino di una città universitaria non bisogna certo esser per forza studenti. Grazie a una popolazione multiculturale, liberale, estremamente colta e un costante afflusso di nuovi residenti, le città universitarie sono in continua evoluzione, offrono numerose opportunità e creano un senso di meraviglia che spesso permea l’intero paese. Oltre ai vantaggi meno “concreti”, troverete qui un’entusiasmante vita notturna e tantissimi bar di qualità, ristoranti nonché piccole e grandi aziende innovative. Nonostante la grande differenza di paesaggi, climi e storia, le località che vi presentiamo racchiudono le qualità più ricercate in una città universitaria.

Valparaiso, Cile
Questa città sul mare, che ospita ben quattro università, offre ai suoi studenti e ai suoi abitanti panorami spettacolari dell’Oceano Pacifico, clima soleggiato e innumerevoli meraviglie archeologiche. Nato come porto internazionale all’inizio del XIX sec., il centro storico della città è ora patrimonio mondiale dell’UNESCO e la sua funicolare è stata dichiarata monumento di interesse storico.
Chiamata affettuosamente Valpo dai suoi abitanti, la città ha una fama bohémien che attrae studenti, artisti e musicisti. Le proprietà meno costose sono perciò spesso le più ricercate, sebbene i palazzi del periodo coloniale siano oggi valutati ben oltre i 200 milioni di pesos cileni.

Cambridge, Inghilterra
Cambridge, una delle università più antiche del mondo, è nota per la sua lunga rivalità con Oxford – definita dagli studenti The Other Place, “L’altro posto” – che risale a più di 800 anni fa. I 31 college che costituiscono l’università sono sparsi in tutta il paese. Lo spettacolo più affascinante lo offre forse la maestosa cappella gotica del Kings College. Nonostante disti da Londra solo 50 minuti di treno, Cambridge mantiene un fascino rurale, preservato in gran parte dall’intatto centro cittadino, e dai verdi prati del college, detti backs, allineati lungo le banchine del fiume Cam.

Poiché un’ampia percentuale delle proprietà a Cambridge appartiene ai college ed è pertanto riservata agli studenti, il mercato immobiliare è qui molto competitivo. Vi sono tuttavia numerosi villaggi pittoreschi poco lontani dalla città, dove vivono molti professionisti che raggiungono il posto di lavoro, il giorno successivo, con un semplice giro in bici, solo un po’ più lungo. La reputazione accademica d’elite di Cambridge non si limiti solo agli studenti universitari e ai professori, ma anche alle aziende tecnologiche innovative che operano nella periferia della città che si è guadagnata così il soprannome di “Silicon Fen” (letteralmente “palude di silicone” ndr).

Uppsala, Svezia
Fondata nel 1477, Uppsala è l’università più antica in Svezia. Al pari di Cambridge, la sua influenza sulla città che la circonda è innegabile, grazie ai suoi numerosi edifici storici che dominano, anche oggi, il centro cittadino. Uppsala si caratterizza per l’elevato numero di migranti e studenti internazionali; la città ha così una popolazione multiculturale e tale dato si evidenzia anche nella molteplicità di ristoranti e venditori ambulanti di cibo. A Uppsala vuole andarci chiunque, e non è difficile capirne il motivo – la città, oltre alle sue bellezze, ha anche il tasso più basso di disoccupazione in Svezia.

I residenti si muovono solitamente in bicicletta, tuttavia, grazie a un eccellente sistema di trasporto pubblico, la città ha acquistato in tempi recenti un aspetto quasi “regale”, senza contare che, poiché ora è possibile raggiungere Stoccolma e altre città più facilmente e velocemente, Uppsala è diventata accessibile anche ai pendolari.
Per saperne di più su come si vive in questi centri internazionali di cultura, visitate il sito the Engel & Völkers.
  


Array
(
)