Viaggiare di martedì: Tenerife

Viaggiare di martedì: TenerifeTenerife, la maggiore delle isole Canarie, tiene decisamente fede al suo romantico soprannome: l’isola dell’eterna primavera. Grazie al sole che splende tutto l’anno, a un paesaggio vulcanico mozzafiato e a chilometri di spiagge dorate, infatti, non sorprende che l’isola attragga 10 milioni di visitatori all’anno.

Sebbene la maggior parte dei turisti arrivi qui tra gennaio e febbraio, gli habitué di Tenerife sanno bene che settembre resta uno dei periodi di gran lunga migliori. La foschia afosa estiva lascia infatti spazio a una vista meravigliosa composta da imponenti colline e montagne rocciose e a temperature medie intorno ai 24 gradi. In più, è molto più semplice trovare un posto in spiaggia. Grazie a oltre 350 km di costa da esplorare, i visitatori possono scegliere liberamente di rilassarsi nelle baie bianche più affollate o di addentrarsi nelle più tranquille spiagge vulcaniche come la deliziosa Playa de la Arena. Tuttavia, sebbene le spiagge restino comunque il fulcro più celebrato di Tenerife, il centro storico dell’isola, con il suo dinamismo unito alle bellezze naturali, non è decisamente da meno.  

Tenerife ospita un parco nazionale e ben due siti patrimonio mondiale dell’UNESCO. Quasi la metà dell’isola è inoltre area naturale protetta. Per raggiungere il Teide National Park, i turisti seguono un percorso pittoresco, attraversando folte aree ricche di banani, il villaggio pittoresco di La Orotava per giungere poi sulla cima del monte Teide situato in un ampio cratere vulcanico. Settembre è il periodo ideale per provare a scalare gli oltre 12.000 km di roccia, sebbene molti turisti preferiscano godersi la vista comodamente seduti in funivia.

Le piramidi di Güímar, costruzioni misteriose in pietra lavica situate a est dell’isola, sono state a lungo considerate una sorta di “sottoprodotto” agricolo. E tuttavia, le ricerche condotte dall’antropologo Thor Heyerdahl, hanno rilevato legami sia con le piramidi egizie sia con quelle azteche. Le sue osservazioni non sono ancora state del tutto comprovate, ma da quando le piramidi sono state aperte al pubblico, nel 1998, i turisti hanno la possibilità di esplorare questo sito di notevole importanza e trarre le proprie conclusioni.

I resort più popolari si trovano nella costa meridionale dell’isola: Costa Adeje, Los Cristianos e Playa de las Américas sono sempre molto affollate. Per godersi un’esperienza più rilassante, i turisti si spostano più a nord in aree meno note ma ugualmente belle quali Santa Ursula e Puerto de la Cruz. Il villaggio di Masca a nord ovest di Tenerife, è una perla nascosta ai piedi delle montagne del Teno. Arrivare qui è già un’esperienza di per sé, il percorso è stretto e irto e si snoda tra dirupi e curve tortuose. Ma una volta giunti a destinazione, il panorama di case bianche affacciate sulla collina è davvero una splendida ricompensa. Anche per arrivare alla soleggiata baia di Masca, il percorso è piuttosto complicato: tre ore di cammino abbastanza piacevole in discesa, seppur con qualche difficoltà sulla strada del ritorno.

A nord est, troverete innumerevoli comunità rurali ancora inesplorate. La regione è dominata dalle montagne di Anaga, l’imponente massiccio di nebbie perenni. Lo stretto sentiero del Parque Rural de Anaga conduce in salita verso le cime e in discesa verso spiagge sabbiose, dando dunque ai visitatori un’ampia libertà di scelta. Sulle montagne si trovano, poi, villaggi scavati nella roccia, con case all’interno di formazioni carsiche e lungo le spiagge rocciose. Uno degli esempi più incantevoli è l’antico villaggio di pescatori di Taganana.

Grazie ai numerosi uffici sull’isola, Engel & Völkers ha una collocazione decisamente strategica per aiutarvi a trovare la vostra casa vacanze ideale a Tenerife. Per maggiori informazioni, visitate il nostro sito E&V.


Array
(
)