La zeppola di San Giuseppe per la festa del papà

foto 3

 

Marzo è un mese ricco di eventi, con la Festa della Donna, l’arrivo della Primavera, il periodo pre-pasquale, la celebrazione di San Giuseppe e la Festa del Papà.

Una rinomata ricorrenza, quest’ultima, famosa soprattutto perché omaggiata con le buonissime Zeppole di San Giuseppe, le bontà tradizionali partenopee più amate.

Le zeppole di San Giuseppe sono molto popolari a Napoli e pare riscuotano un singolare successo nella zona vesuviana, dove si organizzano sagre dedicate. Tra le varie ipotesi sull’origine di questo dolce, ci si riferisce solitamente alle suore di San Gregorio Armeno, a quelle della Croce di Lucca e a quelle dello Splendore, tutte a Napoli. La prima ricetta scritta della zeppola risale al 1837, e compare nel trattato di cucina napoletana di Ippolito Cavalcanti.

Particolarmente ricorrenti il 19 marzo festa del papà, le zeppole sono di due tipi: fritte e al forno, ma quella originale è fritta!  Entrambi hanno forma circolare, ricoperte di crema pasticciera con amarene sciroppate e una spolverata di zucchero a velo.

Ingredienti per 6/8 persone:

- Amarene sciroppate

- Olio per friggere

Per la pasta:
– 6 uova
– 300 gr. di farina
– 50 gr. di burro

- 1/2 litro di acqua

- zucchero a velo

Per la crema pasticcera:
– 50 cl. di latte
– 2 uova
– 100 gr. di zucchero
– 80 gr. di farina
– 1 limone

 

Preparazione pasta:

 

1 – Versare in una pentola l’acqua con il burro e un pizzico di sale, accendete il fuoco a fiamma media, quando l’acqua comincerà a fare le prima bollicine, ma non a bollire, versare la farina setacciata tutta insieme e mescolare energicamente per 10 minuti con la frusta fino a quando il composto non si staccherà dai bordi della pentola.

2 – Spegnere il fuoco e aggiungere le 6 uova, uno alla volta sempre girando con forza ed eventualmente con una frusta elettrica finché si sarà amalgamato tutto il composto. Lasciar riposare per 20-25 minuti.

 

Preparazione crema pasticcera:

 

1 – lavorare in un recipiente lo zucchero con i tuorli di 2 uova fino a ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungere la farina setacciandola con un colino per non formare grumi, il latte e due pezzetti di buccia di limone.

2 – porre il recipiente su fuoco a fiamma media e addensare la crema senza far bollire, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Togliere le bucce di limone e lasciar raffreddare.

 

Frittura delle zeppole:

 

1- riempire di olio per friggere una casseruola dai bordi alti, in quanto le zeppole devono essere immerse completamente nell’olio altrimenti non si gonfiano. Mettere la casseruola sul fuoco a fiamma media.

2 – riempire di pasta una siringa da pasticcere con la bocca larga e premere il composto in un piattino da caffè o su della carta forno ben oleati, dandogli la forma di una ciambella.

3 – lasciar scivolare una zeppola alla volta nell’olio ben caldo, ma non fumante e cuocere fino a quando si gonfierà.

4 – quando le zeppole si saranno raffreddate, cospargerle di zucchero a velo, porre nel mezzo poca crema e qualche amarena sciroppata.

 

Buon Appetito!

Pubblicato in Senza categoria.


Array
(
)