I miei consigli per avere successo: a colloquio con il CEO Sven Odia

portraits_sven_odia_07-076_BlogLa sua carriera è lunga e tocca tutte le tappe: da apprendista a CEO. Sven Odia lavora da 17 anni per Engel & Völkers. Dopo aver completato il corso di formazione per esperto nel settore immobiliare e di proprietà residenziali, sempre presso Engel & Völkers, diventa nel 1999 uno dei primi Licence Partner a Maiorca. E’ talmente bravo che la Engel & Völkers AG acquisisce la filiale, portandone avanti personalmente la gestione. Nel 2001, Sven Odia diventa poi Socio Amministratore della Engel & Völkers International GmbH, qualche anno prima, nel 2006, sedeva nel CDA di Engel & Völkers AG diventandone anche azionista un anno più tardi. Di fronte a questa straordinaria carriera: gli abbiamo chiesto qual è il suo segreto.

Il segreto, per prima cosa, è una grande ambizione e una forte passione per il settore immobiliare. Quando nel 1996 mi sono iscritto al corso di formazione per esperto nel settore immobiliare e di proprietà residenziali, sentivo forte la spinta verso il mondo della proprietà.

Ritiene che un percorso di carriera come il Suo, partendo dal gradino più basso, sia utile per chi vuol fare questo lavoro?

Ritengo sia utilissimo, di tanto in tanto, fermarsi e pensare bene se la strada che si è deciso di intraprendere sia quella giusta. Io, da Engel & Völkers, ho fatto un percorso indimenticabile, che mi ha insegnato a comprendere i miei bisogni e i miei obiettivi, che naturalmente nel corso della vita professionale possono cambiare, per questo è necessario imparare ad ascoltarsi. Da parte mia posso dire che lavorare da 17 anni per lo stesso marchio non mi ha limitato in alcun modo. Al contrario, io ho toccato ogni tappa con grande consapevolezza: in Spagna, come agente immobiliare, ho approfondito il servizio professionale che offriamo ai nostri clienti e ho quindi ampliato di molto le mie conoscenze. Se poi, anni dopo, ci si specializza nelle strategie di mercato internazionali, com’è successo a me, nella sede centrale di Amburgo, aver appreso le modalità operative di lavoro sul campo, può rivelarsi davvero molto utile. Un altro consiglio che vorrei dare a chi lavora nel settore e ai futuri agenti, è di non rimpiangere nulla e provare sempre a mettersi in gioco. No risk, no fun! Che si tratti del salto nella libera professione o di una presentazione in inglese – nella vita quotidiana gli ostacoli e le paure sono all’ordine del giorno e da questi si può sempre imparare. Ogni passo è utile e ogni sfida porta con sé nuove conoscenze. 

Pubblicato in Company.


Array
(
)