Architettura futurista: i droni trasformeranno la nostra progettazione edilizia

Più la tecnologia si evolve, più bizzarre e meravigliose diventano le tendenze in architettura. Già la creazione di materiali innovativi sostenibili, come il ferrock o il micelio, influisce non poco sull’approccio di architetti e ingegneri nei confronti dell’architettura futurista, mentre la tecnologia smart esercita un importante effetto sui trend immobiliari. Tuttavia, se da un lato parliamo delle innovazioni high-tech, sempre più presenti all’interno degli edifici, dall’altro il trend si focalizza soprattutto sugli strumenti che gli architetti utilizzano durante la progettazione. In questo settore, il drone un tumulto non indifferente.

Droni trasformeranno la progettazione edilizia

Cosa sappiamo dei droni

I droni sono disponibili sul mercato ormai da anni, ma solo recentemente sono diventati un fenomeno comune tra l’opinione pubblica. Si passa dalle opzioni giocattolo, con funzioni base, fino a design commerciali altamente tecnologici, testati per esempio da aziende come Amazon a fini di spedizione.

Tra questi due estremi, si trova il drone per uso personale, utilizzato soprattutto dagli amanti dell’high-tech, da fotografi e persino da architetti, che se ne servono per accedere a quelle angolazioni visibili soltanto dall’alto e perciò prima inaccessibili. Secondo l’architetto Mark Dytham, la capacità di guadagnare una prospettiva simile a quella di un uccello sarà un elemento integrante della futura progettazione architettonica.

In che modo i droni influenzeranno l’architettura?

Dytham ritiene che questo nuovo modo di visionare le proprietà, vale a dire da qualsiasi angolazione, influenzerà notevolmente le tendenze di architettura. I proprietari e gli architetti saranno infatti in grado di valutare l’aspetto della proprietà da ogni lato e di verificare aspetti come la forma del tetto e la struttura.


Questi dispositivi potrebbero inoltre rivoluzionare il modo in cui avvengono le osservazioni di un edificio e la manutenzione edilizia. Le “macchine volanti” sono infatti in grado di visualizzare e localizzare eventuali problemi strutturali più rapidamente rispetto al solo occhio umano e in futuro potrebbero persino imparare a risolverli.

L’evoluzione dei servizi postali

Oltre a diventare parte dei nostri metodi di progettazione, è sempre più probabile che i droni avranno un ruolo importante anche nella nostra vita quotidiana. Alcuni, ad esempio, sono già attrezzati per la consegna di pacchi provenienti da aziende e diretti a singole residenze; l’azienda tedesca Lilium sta poi portando avanti un progetto per realizzare un drone in grado di trasportare due persone.


Se i nostri sistemi di trasporto puntano sempre più verso l’alto, non c’è ragione per cui anche i nostri edifici non possano in futuro accogliere i droni a braccia aperte, con parcheggi sul tetto e piste di atterraggio: una reale dimostrazione, questa, del nostro avvicinamento all’architettura futurista.

E cosa accade per i trend immobiliari?

Tuttavia, le piste di atterraggio per droni sui grattacieli urbani non sembrano in progetto nel futuro recente. Le ripercussioni più immediate di questa tecnologia in ambito immobiliare si avranno molto probabilmente con l’integrazione di portali di “delivery drone”, vale a dire di droni per la consegna di prodotti. Allo stesso modo questa tecnologia consentirà ai potenziali acquirenti e affittuari di visitare proprietà, dall’altra parte del mondo o dal comfort del proprio ufficio. Tutto questo sarà la prova della rivoluzione che caratterizzerà il modo di operare da parte del mercato del lusso e delle case vacanze.


Quando si tratta inoltre della commercializzazione immobiliare, il potenziale all’orizzonte risulta più che considerevole. I magazzini saranno così sempre più vicini alle città e nel range delle batterie elettrica del drone; d’altra parte le aziende potrebbero necessitare di aree di storage e parcheggio decisamente più piccole, poiché ci sarà meno bisogno di autocarri e baie di carico. Lo spazio sul tetto, poi, diventerà verosimilmente una caratteristica molto ricercata per le proprietà commerciali.


Mentre il futuro della tecnologia e della progettazione architettonica sta iniziando a formarsi di fronte ai nostri occhi, altri aspetti, come le potenziali richieste future di spazio aereo urbano, pubblico o privato, potrebbero avere un peso da non sottovalutare. Tuttavia, per adesso, tutto ciò che si può fare è formulare delle ipotesi e cominciare a preparare i nostri immobili alle sfide del futuro.

Ci segua sui Social Media

Array
(
    [EUNDV] => Array
        (
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
            [67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
        )

)