I “mangiacorrente” in casa

Il risparmio dei costi energetici è oggi più importante che mai. Chi riduce il consumo di energia elettrica agisce infatti in modo sostenibile ed ecologico, diminuendo al contempo anche le proprie spese. In particolare, è l’utilizzo crescente di dispositivi elettronici in casa a influire notevolmente sugli oneri finanziari legati alla corrente elettrica. Ecco dunque alcuni consigli utili per ridurre i costi energetici in modo semplice e veloce.

Hamburg - Risparmiare energia elettrica è importante e fa bene alle vostre tasche. In tanti punti della casa, si cela del potenziale di risparmio. Scoprite come fare!

Pompe di calore obsolete

Il “mangiacorrente” per eccellenza non si trova in casa o in appartamento. Sì perché la pompa di calore viene installata soprattutto in cantina. L’impiego di pompe obsolete pesa sensibilmente sul consumo energetico, giacché provoca un dispendio annuale di oltre 500 kWh e un aumento dei costi energetici fino a 150 euro. Al contrario, le nuove pompe di calore utilizzano l’80% di energia in meno, poiché regolano in autonomia il proprio fabbisogno e si spengono quando non utilizzate, ad esempio in estate. I dispositivi di oltre dieci anni fa andranno dunque immediatamente sostituiti.

Piano cottura elettrico

Anche l’utilizzo di un piano cottura elettrico può consumare una massiccia quantità di energia. In quasi tutte le famiglie infatti, i fornelli si utilizzano praticamente ogni giorno. Se anche voi dunque cucinate spesso e volentieri, dovrete prevedere un consumo energetico annuale che tocca o supera i 445 kWh. Per sfruttare al meglio il potenziale di risparmio tuttavia, è sufficiente seguire poche regole. Tra queste ad esempio, scegliere la pentola delle stesse dimensioni della piastra o riscaldare l’acqua nel bollitore invece che sul piano cottura. Utilizzando infatti il bollitore anche soltanto per un litro di acqua al giorno potrete risparmiare circa 12 euro l’anno. Un’altra strategia per ridurre il consumo energetico è spegnere prima il fornello, sfruttando così il calore residuo.

Frigorifero e congelatore

Il frigorifero e il congelatore sono tra gli elettrodomestici che registrano il maggior consumo energetico. Questo perché sono attivi tutto il giorno. Entrambi generano complessivamente costi fino a 130 euro l’anno. Se state dunque pensando di acquistare nuovi elettrodomestici, vi consigliamo di prestare attenzione alla classe di efficienza energetica. Quella ottimale è la A+++. In ogni caso, gli elettrodomestici di ultima generazione risparmiano decisamente più energia. Non dimenticate però che anche le abitudini di utilizzo influiscono sul consumo di corrente. Aprite dunque il frigorifero solo per pochi minuti, installate gli elettrodomestici in un punto particolarmente freddo della casa e sbrinateli regolarmente. 

Illuminazione

Rispetto ai grandi elettrodomestici, l’illuminazione consuma decisamente meno, ma può comunque riservare qualche sorpresa. Per risparmiare energia, bastano tuttavia pochi accorgimenti. Lasciate dunque la luce accesa solo se c’è qualcuno nella stanza. Per gli spazi più ampi inoltre, meglio optare per sensori di movimento. Utilizzate infine lampade a LED a risparmio energetico e più efficienti rispetto alle luci convenzionali, a parità di luminosità. 

Lavatrice e asciugatrice

L’asciugatrice si usa spesso per la biancheria da letto e gli asciugamani. Pur avendo la sua praticità tuttavia, questo elettrodomestico consuma inevitabilmente ulteriore energia. Molti modelli infatti continuano a girare anche al termine del ciclo di asciugatura, evitando così che il bucato si raggrinzisca. Vi consigliamo perciò di rimuovere la biancheria dal cestello subito dopo il termine del ciclo. Per risparmiare con la lavatrice poi, meglio lavare a pieno carico e a una temperatura massima di 60 gradi.

Lavastoviglie

Anche la lavastoviglie rientra a buon diritto tra i “mangiacorrente”, sebbene i modelli moderni utilizzino tecnologie decisamente più avanzate. Quello che molti non sanno è che il lavaggio in lavastoviglie è comunque più economico di quello a mano. Chi desideri dunque pulire le proprie stoviglie prestando attenzione all’ambiente, dovrà anche in questo caso ricordarsi di lavare a pieno carico. Evitate inoltre il prelavaggio. 

Tutti questi esempi vi dimostrano come sia possibile ridurre il consumo energetico in tanti modi e con semplici strategie. La cosa importante è comunque scegliere elettrodomestici già di per sé a risparmio energetico. In questo senso la classe di efficienza energetica, che varia da A, la migliore, a G, la peggiore, rappresenta una buona indicazione per l’acquisto.

Contattaci ora

Engel & Völkers Blog
E-mail
indietro
Contattaci
Inserisca qui i suoi dati di contatto
Grazie per il suo interesse. Sarà ricontattato al più presto.

Il team Engel & Völkers
Appellativo
  • Sig.
  • Sig.ra

Qui è possibile conoscere quali dati in dettaglio vengono memorizzati e chi vi ha accesso. Acconsento alla memorizzazione e all'utilizzo dei miei dati secondo la dichiarazione sulla protezione dei dati e sono d'accordo con l'elaborazione dei miei dati all'interno del Gruppo Engel & Völkers per la risposta della mia richiesta di contatto e d'informazione. 
Posso revocare i miei consensi per il futuro in qualsiasi momento.

Invia ora
Array
(
[EUNDV] => Array
(
[67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_offer-form] => MTM5MjE5NzU3NkJ4d29xancwTDVhZWFIRzEycXAxcW9SdElHdVBqMTdV
[67d842e2b887a402186a2820b1713d693dd854a5_csrf_contact-form] => MTM5MjE5NzU3NnlHcUR0Y2VlTXVPUndLMHZkMW9zMnRmRlgxaUcwaFVG
)
)